Home Milan News Milan, la missione di Montella: recuperare Niang e Bacca

Milan, la missione di Montella: recuperare Niang e Bacca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:36
M'Baye Niang Carlos Bacca
M’Baye Niang e Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWSVincenzo Montella probabilmente non riceverà dal mercato i rinforzi sperati e dunque deve tirare fuori il massimo dai giocatori a disposizione. Pertanto è importante riuscire a recuperare anche quegli elementi il cui rendimento è calato da qualche tempo a questa parte.

La Gazzetta dello Sport evidenzia oggi che la missione del mister è proprio quella di recuperare M’Baye Niang e Carlos Bacca. Negli ultimi due mesi non sono stati incisivi come a inizio stagione, tutt’altro. L’allenatore del Milan ha trovato le contromisure per sopperire al loro calo, però l’annata è lunga e c’è bisogno di tutti.

Entrambi gli attaccanti sono a digiuno di gol da troppo tempo. Il colombiano da 507 minuti e il francese da 508. Ovviamente è la situazione di Bacca a spiccare maggiormente, dato che lui è sempre stato un bomber dalla media realizzativa notevole. Invece è a secco da otto partite, un record negativo da quando veste la maglia del Milan. L’ultima rete l’ha segnata il 2 ottobre a San Siro contro il Sassuolo. Oltre due mesi senza segnare, troppo per un killer d’area di rigore come lui.

E l’8 gennaio, alla ripresa del campionato contro il Cagliari, avrà superato i tre mesi. Speriamo che voglia iniziare il 2017 sbloccandosi. Bacca ha avuto a che fare sia con infortuni fisici che con l’esplosione di Gianluca Lapadula, oltre a sembrare non adatto per i meccanismi di gioco voluti da Montella. Non è un caso che abbia calciato verso la porta solamente otto volte durante questo periodo di digiuno.

Il caso di Niang è un po’ diverso, se pensiamo che comunque non è mai stato un grande finalizzatore e che non gioca attaccante centrale. Ha più che altro compiti di creazione della superiorità numerica e di favorire gli inserimenti, anche se pure lui deve cercare la porta ovviamente. Dal punto di vista psicologico i rigori sbagliati con Crotone e Roma lo hanno affossato un po’. Riuscisse a tornare al gol, probabilmente le pressioni e le tensioni scivolerebbero via e giocherebbe con maggiore leggerezza.

Bacca e Niang nelle prime otto giornate avevano messo insieme ben 9 reti. Il francese si è cominciato a spegnere dopo l’influenza pesante avuta prima della trasferta di Palermo. La sua ultima rete risale al 16 ottobre, a Verona contro il Chievo. Se in Supercoppa Italiana è il colombiano è ripartito da titolare, l’ex Caen invece si è visto tutta la partita dalla panchina.

Montella vuole recuperare entrambi gli attaccanti, considerati incedibili dal Milan al momento. Se riuscirà nel suo intento, il mister avrà delle armi in più per continuare a stupire e rimanere ai piani alti della classifica. L’obiettivo è la qualificazione in Europa League, più facile da raggiungere con una coppia Niang-Bacca in forma.

 

Redazione MilanLive.it