Milan » Milan News » Montella: “Milan cresciuto negli ultimi mesi. Due punte? Una forzatura”

Montella: “Milan cresciuto negli ultimi mesi. Due punte? Una forzatura”

Vincenzo Montella

Vincenzo Montella (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Dopo aver rilasciato un’intervista al canale tematico rossonero, Vincenzo Montella presenzia la classica conferenza stampa da Milanello che anticipa il match di Coppa Italia tra Milan e Torino, previsto per domani alle ore 21 allo stadio di San Siro.

Si comincia subito parlando della delicata sfida dentro/fuori di domani contro i granata di Mihajlovic:Teniamo molto a questa partita e alla Coppa Italia, nel match di campionato la parata di Donnarumma sul rigore di Belotti fu decisiva e ci diede fiducia per le gare future. Siamo cresciuti nei mesi successivi. Da giocatore non ho mai vinto questa competizione, da allenatore ho perso una finale con la Fiorentina, ci tengo molto. Il Torino è una squadra che attacca bene le linee di profondità, dobbiamo stare attenti soprattutto a Belotti“.

Montella ha poi parlato della possibile formazione di domani: “Qualche cambio verrà fatto, ma non voglio stravolgere la formazione titolare. Milan forte solo negli undici? Non credo, stiamo utilizzando molti più elementi ultimamente. Le due punte insieme? E’ una forzatura, perché non abbiamo ricambi adeguati in attacco, ma è una possibilità. Noi creiamo tanto avendo un uomo più a centrocampo, con due punte sarebbe più complicato. Io di solito gioco sempre con lo stesso modulo. Dipende sempre da cosa vuoi fare e dai giocatori che hai a disposizione.“.

Il tecnico si è poi espresso su alcuni singoli della sua rosa: “Bacca e Lapadula si stimano molto, tra loro c’è una sana competizione. Bertolacci ha fatto partite importati e dimostrato che può fare vari ruoli in campo. Chi mi ha sorpreso finora? Dico Abate, è il capitano e ultimamente sta facendo tutto molto bene“.

Montella esprime un giudizio sulla stagione rossonera finora: “Stiamo facendo bene, ma non è una sorpresa. Fin dai primi giorni a Milanello ero ottimista, ho visto un gruppo con voglia di rivalsa e pronto a lavorare alla grande. I giovani? Ce ne sono tanti, in Italia in generale, che si stanno consacrando. Il nostro progetto sta dando i primi frutti. Guardiamo anche ai ragazzi del settore giovanile, oggi Cutrone e Hamadi si allenano con noi“.

Infine si parla di mercato e dell’arrivo ieri di Marco Storari: “Lo conosco da tanto tempo, volevamo mandare Gabriel a giocare e c’è stata la possibilità di riaverlo con noi. Nonostante l’età ha voglia di giocare e di dare una mano, ci sarà utile dentro e fuori dal campo. Altri colpi? Mi confronto spesso con Galliani, il mio compito è valutare l’aspetto tecnico del Milan. Ma c’è anche quello economico da vedere. Se ci sarà la possibilità concreta proveremo a migliorare la rosa“.

 

Redazione MilanLive.it