Ignazio Abate
Ignazio Abate (©Getty Images)

Ignazio Abate al termine di Udinese-Milan è intervenuto ai microfoni del canale tematico rossonero Milan TV per commentare la sconfitta per 2-1 subita alla Dacia Arena.

Queste le sue prime dichiarazioni: “Match strano, loro ci facevano giocare poco e pressavano alti. Avevamo iniziato bene, nella prima mezzora abbiamo fatto noi la partita e siamo andati in vantaggio. C’è rammarico per non aver raddoppiato e non aver chiuso i conti già nel primo tempo, andando invece a subire il pareggio per un nostro sbaglio. Locatelli? Sta facendo una grande stagione. E’ giovane ed è normale che possa sbagliare, lo facciamo anche noi più grandi“.

Abate ha proseguito così la sua analisi: “L’ingenuità maggiore è stata in occasione del 2-1, quando noi grandi dovevamo buttare via la palla, on riprendere il gioco e agevolare la sostituzione. Queste sono partite che vinci così, con gli episodi, abbiamo visto squadre vincere di misura o al novantesimo. Ce la stiamo mettendo tutta, però non basta”.

Il capitano del Milan ha concluso parlando del mancato cartellino rosso a Rodrigo De Paul su fallo commesso ai danni di Mattia De Sciglio e della squadra in generale: “Il fallo era da espulsione diretta, ma non è quello il problema. Bisogna avere cattiveria fino alla fine, abbiamo dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque. Non bisogna accontentarsi. Ora riposiamo due giorni e ricarichiamo le energie. Non guardiamo alla classifica, pensiamo partita per partita. Contro la Sampdoria sarà battaglia”.

 

Redazione MilanLive.it