Umberto Gandini
Umberto Gandini (©Getty Images)

MILAN NEWS Umberto Gandini è stato per tanti anni in rossonero e da pochi mesi è divenuto amministratore delegato della Roma. Una figura di esperienza molto stimata, tanto da arrivare pure a ricoprire l’incarico di vicepresidente dell’ECA, l’associazione dei club europei.

In un’intervista concessa ai microfoni di Radio Anch’io, il noto dirigente ha avuto modo di parlare anche di Milan e del futuro del club di via Aldo Rossi: “Il percorso di Berlusconi al Milan è stato straordinario, ha scritto pagine del calcio italiano e mondiale. Ma è arrivato il momento in cui bisogna mettere la parola fine e cambiare. Il lavoro fatto da Galliani è ancora straordinario. Hanno fatto un miracolo a mettere a disposizione di Montella una una buona squadra. anche se adesso stanno pagando un po’ di infortuni e squalifiche. Ma il passaggio societario è la cosa più importante”.

Gandini ritiene, dunque, che il passaggio di proprietà da Fininvest al fondo cinese Sino-Europe Sports sia fondamentale per rilanciare il Milan. Non mancano elogi a Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, ma per il futuro è necessario aprire un nuovo capitolo con una nuova dirigenza. I tifosi convengono su questa posizione, serve cambiare. E tra l’1° e il 3 marzo il famoso closing con i cinesi dovrebbe avvenire.

 

Redazione MilanLive.it