Biglia segna il rigore contro il Milan (©getty images)

MILAN NEWS – Stavolta i tifosi del Milan se l’erano vista davvero brutta. Ieri sera all’Olimpico, non bastassero gli otto titolari indisponibili e la voglia di fare esperimenti tattici di Vincenzo Montella, i rossoneri si sono fatti schiacciare dalla Lazio, a tratti travolgere. Ma nonostante ciò sono usciti dalla trasferta romana con un buon punto in tasca.

Il Milan sta diventando la squadra delle imprese e dei miracoli vicino al 90′ minuto. A Bologna, in nove contro undici, erano stati Deulofeu e Pasalic a confezionare il gol vittoria inaspettato. Ieri contro la Lazio, dopo aver rischiato più volte il colpo del k.o. definitivo, Suso ha estratto dal cilindro la magia necessaria ad evitare una sconfitta che avrebbe allontanato ulteriormente il Milan dalla zona Europa League. Insomma è servita un’impresa, forse pure immeritata, per uscire indenni da questo scontro diretto.

Come riporta la Gazzetta dello Sport l’1-1 finale non è risultato giusto per quel che si è visto all’Olimpico: la Lazio è passata con merito in vantaggio a fine primo tempo, grazie al rigore di Lucas Biglia, e nella ripresa ha campeggiato nella metà campo milanista, non sfruttando almeno 6-7 contropiedi di lusso. Le leggi non scritte del calcio però spesso vanno a punire chi è sprecone e non sa chiudere la gara. Il fulmine a ciel sereno di Suso, che si sveglia dal torpore giocando un finale di match perfetto, regala il pareggio al Milan. Un punto che fa morale per una squadra decisamente a pezzi, con troppe assenze importanti ed in difficoltà nella tenuta sul campo. Ma Montella ed i suoi possono guardare con un pizzico di ottimismo alle prossime sfide.

https://www.youtube.com/watch?v=nzJs4Aig8Mk

Redazione MilanLive.it