Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Probabilmente non riuscirà mai ad ‘allenare’ Silvio Berlusconi al suo tipo di calcio, ma Vincenzo Montella non tira affatto i remi in barca. Dopo una settimana che lo ha visto, almeno secondo i media, contestato ampiamente dal presidente uscente si è comunque ripreso vittoria e tre punti che sanno d’Europa.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, il tecnico campano a fine partita era raggiante, felice di aver superato un ostacolo come la sua ex squadra, la Fiorentina di Paulo Sousa sempre temibile per il suo gioco arioso e letale. Ha avuto la meglio il cinismo del Milan, bravo a sfruttare un primo tempo finalmente ben giocato: “È stata una grande vittoria, sofferta. Abbiamo creato più di loro, nel primo tempo avremmo potuto fare anche più gol. Poi, nella ripresa, la Fiorentina ha tenuto palla a lungo, ma non ricordo tiri in porta. Questa è una vittoria che ci riempie di orgoglio perché ci lascia in scia per l’Europa e allontana una diretta concorrente. Guardando ai nostri risultati, peraltro, con le dirette concorrenti per ora non abbiamo mai perso. Il cammino resta lungo, ma tengo a ricordare che abbiamo cinque nazionali italiani fuori per infortunio”.

Per la prima volta Montella parla dell’importanza delle assenze di formazione, ma il suo Milan ha dimostrato di essere più forte di certi problemi, viaggiando nuovamente a buon ritmo e ritrovando la vittoria in casa (mancava dall’8 gennaio scorso). Non manca un messaggio a Berlusconi, anche ieri assente a San Siro: “Non so se sia stata l’ultima partita di questa proprietà, ma dedico la vittoria a Berlusconi e a questa dirigenza, siamo contenti di essere riusciti a fare questo piccolo regalo. Non possiamo che ringraziare il presidente per quel che ha fatto. Mi ha chiamato? Il mio telefono è sempre acceso…

Redazione MilanLive.it