Gerard Deulofeu Mario Pasalic
Gerard Deulofeu e Mario Pasalic (©Getty Images)

Dopo la vittoria a San Siro contro la Fiorentina, il Milan rimane in corsa per un posto in Europa League. La distanza dalla sesta piazza è di 3 punti e pertanto la qualificazione europea resta possibile. Però è importante continuare a vincere, perché le concorrenti hanno un gran ritmo e non bisogna perdere terreno.

Domenica la squadra di Vincenzo Montella andrà di scena a Reggio Emilia, in quel Mapei Stadium dal quale è sempre uscito sconfitto nelle stagioni passate. Uno stadio che rappresenta un vero e proprio tabù da sfatare per i rossoneri. In questi anni il Sassuolo di Eusebio Di Francesco è stato una bestia nera per il Milan, arrivando anche a soffiarci con merito l’accesso al preliminare di Europa League nella scorsa annata. Ci deve essere voglia di rivincita e di dare seguito al successo conquistato contro la Fiorentina. Il mister e i ragazzi sanno che non bisogna fermarsi e che vincere può dare ulteriore slancio alle ambizioni europee del gruppo.

Il Sassuolo è 12° nella classifica di questo campionato di Serie A 2016/2017 ed è reduce dalla vittoria per 2-1 in casa dell’Udinese. L’obiettivo ormai è solo quello di raggiungere la matematica salvezza, però i neroverdi di Di Francesco quando vedono il Milan si scatenano e dunque domenica sicuramente renderanno le cose difficili alla banda di Montella. Come accennato prima, tutti i precedenti sono a favore della compagine emiliana e adesso andiamo a metterli in evidenza brevemente.

STAGIONE 2013-2014, Sassuolo-Milan 4-3: rossoneri avanti di due gol dopo 13′ con Robinho e Balotelli, poi si scatena Berardi con quattro reti e a nulla serve la marcatura finale di Montolivo. Era il 12 gennaio 2014 e dopo quella sconfitta Massimiliano Allegri fu esonerato per fare spazio a Clarence Seedorf.

STAGIONE 2014-2015, Sassuolo-Milan 3-2: dopo la doppietta del solito Berardi, i rossoneri rimontano con Bonaventura e Alex, ma poi è ancora Berardi a segnare e regalare 3 punti ai neroverdi. Era il 17 maggio 2015 e in panchina avevamo Filippo Inzaghi, che a fine annata sarà poi esonerato.

STAGIONE 2015/2016, Sassuolo-Milan 2-0: ci pensano Duncan e Sansone a stendere la squadra di Sinisa Mihajlovic. Era il 6 marzo 2016.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)