Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – È ormai noto che Marco Fassone è stato scelto dai cinesi di Sino-Europe Sports per rappresentare il Milan con il ruolo di direttore generale e amministratore delegato. Il closing, e dunque il passaggio della maggioranza delle quote (99,93%) da Fininvest a SES è ormai prossimo: tra l’1 e il 3 marzo tutto dovrebbe essere definitivamente concluso.

L’ex dirigente di Inter e Juventus è pronto a vestire tale incarico: intanto la sua agenda comincia ad infittirsi di impegni. Lunedì 6 marzo infatti, come ricorda Repubblica.it, dovrà presenziare a Roma per partecipare, in rappresentanza appunto del Milan, all’assemblea federale chiamata a eleggere il nuovo presidente Figc tra Carlo Tavecchio e Andrea Abodi. All’indomani, martedì 7, ingresso a Casa Milan del nuovo ad che comincerà così a incontrare il resto del management rossonero e i dipendenti.

Fassone, in veste ufficiosa, è già a lavoro da tempo insieme a Massimiliano Mirabelli (futuro ds nel post-closing). In particolare le priorità sono relative ai rinnovi di contratti di Gianluigi Donnarumma e Suso; e un incontro con l’Uefa per parlare di Fair Play Finanziario. Relativamente a quest’ultimo punto, la mossa che ha in mente il dirigente per evitare sanzioni e paletti, come è successo nel caso dell’Inter, è quella di “un’autodenuncia” e la presentazione di un programma di rientro quinquennale. Un argomento da poter sfruttare riguarda la discontinuità a livello di proprietà, con la quale ci saranno margini di manovra più ampi.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it