Bandiera Cina
Bandiera cinese (©Getty Images)

MILAN NEWS – La situazione relativa al closing con i cinesi nelle ultime 24 ore ha subito risvolti clamorosi e inaspettati. Quando tutto sembrava protendere verso la definizione di tale trattativa, all’improvviso c’è stata una frenata che sembra possa far slittare nuovamente tutto al prossimo 31 marzo.

Tutto sembrava pronto per il passaggio del Milan dalle mani di Fininvest e dunque di Silvio Berlusconi, a quello di Sino-Europe Sports e dunque di Yonghong Li che sarebbe stato il presidente del consorzio asiatico. Inoltre pare che in queste ore siano in corso nuovi incontri tra gli advisor della holding di via Paleocapa e SES, come già successo nella giornata di ieri. Il punto sul quale si sta discutendo, stando a quanto riportano i colleghi di Sky Sport 24, sarebbe relativo alla proroga da concedere ai cinesi. Si attende anzitutto la richiesta ufficiale da parte di Sino-Europe.

La data in cui potrebbe essere fissata la nuova dead-line per il closing non sarebbe il 31 marzo, bensì tra il 5 e il 10 aprile. Il tutto però sarebbe vincolato da una nuova caparra di 100 milioni che si dovrà versare entro il 10 marzo nella casse Fininvest. Soldi che andrebbero ad aggiungersi ai 200 già versati in due tranche tra agosto e dicembre 2016.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it