Carlos Bacca Cristian Zapata Andrea Bertolacci
Carlos Bacca, Cristian Zapata e Andrea Bertolacci (©Getty Images)

Si è conclusa Milan-Chievo Verona, partita valida per la 27^ giornata del campionato di Serie A Tim 2016/2017 che si è disputata questa sera a San Siro. Il risultato finale è stato di 3-1 per la squadra rossonera.

Il primo tempo si era concluso sull’1-1 con Carlos Bacca che aveva siglato il vantaggio milanista e nel finale aveva sciupato un rigore, dopo che proprio su penalty De Guzman aveva pareggiato per i veneti. Ma nel secondo tempo il Milan ha premuto sull’acceleratore e ha prima raddoppiato con il colombiano e poi fatto tris con Gianluca Lapadula dagli 11 metri.

Milan-Chievo Verona 3-1: tabellino, voti e pagelle

Milan (4-3-3): Donnarumma 6; De Sciglio 6+, Zapata 6+, Romagnoli 6.5, Vangioni 6+; Locatelli 6 (16′ st Lapadula 6+), Sosa 6.5, Bertolacci 6+; Suso 6.(34′ Ocampos 6+), Bacca 6.5 (34′ st Kucka sv), Deulofeu 6.5. A disp.: Storari, Plizzari, Paletta, Gomez, Fernandez, Calabria, Poli, Pasalic, Honda. All.: Montella 6.5

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino 6; Cacciatore 5, Cesar 5, Dainelli 5.5, Gobbi 5; Castro 6, Radovanovic 5.5, De Guzman 6; Birsa 6+; Meggiorini 6 (9′ st Inglese 5), Gakpé 6 (18′ st Izco 5). A disp.: Seculin, Confente, Frey, Spolli, Sardo, Izco, Bastien, Rigoni, Kiyine, Gamberini, Pellissier. All.: Maran 6

Arbitro: Maresca
Marcatori: 24′ Bacca (M), 42′ rig. De Guzman (C), 25′ st Bacca (M), 37′ st rig. Lapadula (M)
Ammoniti: Deulofeu, Ocampos (M); Cesar (C)
Espulsi: nessuno
Note: 47′ Bacca (M) calcia alto un rigore

MILAN-CHIEVO VERONA 3-1: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

DONNARUMMA 6: quando viene chiamato in causa, poche volte, è sempre sicuro. Sta migliorando con i piedi e nelle uscite alte. Ha solo 18 anni appena compiuti e chissà dove può arriva.

DE SCIGLIO 6+: stasera capitano, Mattia gioca una buona partita proponendosi più volte sulla fascia destra e difendendo senza affanni. Prova incoraggiante dopo un periodo out per infortunio. Secondo Maresca il suo tocco su Gakpè è da rigore, ma non ci è sembrato affatto.

ZAPATA 6+: prestazione più che sufficiente del colombiano, che nelle sfide in velocità non si fa praticamente mai superare.

ROMAGNOLI 6.5: prova solida del numero 13 rossonero, che dopo un avvio un po’ stentato cresce col passare di minuti e si rende anche pericoloso sulle palle inattive quando si proietta in avanti.

VANGIONI 6+: il Chievo attacca soprattutto dalla sua parte e lui se la cava. Spinge poco, ma fa buone chiusure difensive.

SOSA 6.5: l’argentino garantisce buone geometrie a centrocampo. Rispetto alle prime apparizioni in rossonero la sua forma è decisamente salita e si trova meglio a giocare in mediana, dove faticava a inizio stagione.

LOCATELLI 6: tornato titolare dopo due panchine, gioca semplice e va anche vicino al gol su un inserimento in fase offensiva. Causa il rigore che poi Bacca sbaglia a fine primo tempo (dal 62′ LAPADULA 6+: lotta come un leone come sempre e cerca di duettare con Bacca, con cui l’intesa non sembra male. Segna poi su rigore chiudendo il match).

BERTOLACCI 6+: prova solida per l’ex Roma, che non aveva convinto nelle sue ultime apparizioni e invece stasera ha garantito un buon rendimento. Deve migliorare in fase di impostazione, però ha lanciato segnali incoraggianti in ottica futura.

SUSO 6: si vede da subito che ha qualche problema fisico e infatti nel corso del primo tempo lascia il campo, speriamo che non sia nulla di grave. Prima di uscire stava dando un contributo positivo, pur senza brillare. (dal 35′ OCAMPOS 6+: prestazione sufficiente per l’argentino, che dà sostanza sulla fascia sinistra. Gli manca lo spunto per essere un po’ più incisivo davanti, anche se proprio su una sua iniziativa nasce il rigore del 3-1, visto che il fallo lo subisce lui)

BACCA 6.5: croce e delizia il colombiano, capace di segnare due gol importanti ma anche di fallire un rigore e sciupare almeno un paio di occasioni nitide. Sicuramente questi due gol possono dargli morale in vista del match di Torino contro la Juventus (dal 79′ KUCKA SV).

DEULOFEU 6.5: grande lavoro difensivamente dello spagnolo, che oggi ha macinato tantissimi chilometri facendo su e giù. A volte gli manca un po’ di lucidità in area, forse perché le tante sgroppate un po’ lo sfiancano. E’ comunque diventato un giocatore decisivo per Montella e continua a convincere.

MONTELLA 6.5: le sue scelte pagano, soprattutto quando mette una punta in più e si schiera col 4-2-4. Nonostante le vicissitudini societarie riesce a isolare la squadra e a mantenere i rossoneri concentrati e in corsa per l’Europa.

 

Redazione MilanLive.it