Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWS – Croce e delizia di Milan-Chievo ieri sera è stato senza dubbio Carlos Bacca. Il primo gol porta la sua firma: buona iniziativa in solitaria palla al piede in area di rigore, poi fortunato nella deviazione dopo aver tirato verso la porta. A fine primo tempo però averebbe l’opportunità di riportare la squadra in vantaggio con un tiro dal dischetto, che il colombiano spara clamorosamente alto.

Dopo la pessima realizzazione (irregolare peraltro) contro il Sassuolo, questo errore sarebbe potuto costare caro alla squadra. Fortunatamente nella ripresa riesce a trovare il gol dopo un’azione di calcio d’angolo: ‘killer instinct’ ritrovato, almeno in quella occasione. L’ex Siviglia infatti avrebbe moltissime altre chance per andare in gol, ma la mira non è delle migliori.

Chi invece si è dimostrato, ancora una volta, pronto a dare il massimo da subentrato è Gianluca Lapadula. L’ex bomber del Pescara ha siglato il gol del 3-1 su calcio di rigore, anche se l’esecuzione non è stata completamente impeccabile. Gol a parte però ha mostrato la solita voglia di sempre nell’attaccare gli avversari in fase di non possesso e concedere maggiori alternative di gioco ai compagni in fase di costruzione. Lapa-gol, come lo chiamano i tifosi, vuole necessariamente dimostrare a Montella di poter meritare una maglia da titolare. Se Bacca sembra ritrovato, Lapadula non ha mai mollato ed è pronto a mettere in difficoltà il tecnico rossonero da qui alla fine del campionato. La cosa più importante però è che entrambi sono volenterosi nel riportare tifosi e squadra in Europa.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it