Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il caos creatosi dopo la richiesta di un nuovo rinvio da parte di Sino-Europe Sports rispetto alle scadenze del closing Milan continua a far parlare e discutere. In casa rossonera c’è chi è ormai pessimista sulla buona riuscita delle operazioni con la cordata cinese, che avrebbe perso di credibilità dopo l’ennesimo ritardo.

Come riporta oggi QS Fininvest attende per venerdì, o al massimo per lunedì prossimo, i 100 milioni di euro di caparra, la terza in sei mesi, promessa da SES come ennesima garanzia per la chiusura dell’affare Milan. I dirigenti di via Paleocapa sono comunque ottimisti e aspettano tale mossa dei cinesi, anche se Silvio Berlusconi, nonostante le recenti parole che hanno tranquillizzato l’ambiente, sarebbe pronto ad uscire dai vincoli del contratto preliminare ed agire di conseguenza.

Pare infatti che il Cavaliere stia già sondando il terreno e intrattenendo alcuni discorsi preliminari con altri possibili soci e investitori. Il Milan è un asset molto appetibile e Berlusconi potrebbe immediatamente avviare nuove trattative per la cessione delle sue quote di maggioranza. Il tutto diventerebbe ancora più concreto e sicuro nel momento in cui Yonghong Li e soci non dovessero versare i suddetti 100 milioni entro il 13 marzo prossimo. Una settimana dunque decisiva quella in corso per capire se la trattativa per il closing cinese possa restare in piedi oppure decadere totalmente.

 

Redazione Milanlive.it