Silvio Berlusconi Yonghong Li
Silvio Berlusconi e Yonghong Li (Photo by Xh Sports)

MILAN NEWS Silvio Berlusconi ieri a Milano non si è voluto sbilanciare in merito alla cessione del club rossonero ai cinesi di Sino-Europe Sports. In questi giorni Fininvest e SES sono state impegnate nello stipulare il nuovo contratto con il nuovo accordo riguardante la compravendita del Milan. Adesso serve che i cinesi versino i 100 milioni di euro della terza caparra per attivare tutto. La scadenza del closing sarebbe fissata per il 14 aprile.

Ma secondo quanto rivelato dal Corriere dello Sport il patron rossonero avrebbe dei dubbi. Non è convinto che Yonghong Li, unico probabile superstite della cordata di investitori cinesi che avrebbero dovuto comprare il club, sia in grado di provvedere da solo al rilancio del Milan. Questo uomo d’affari cinese ultimamente viene definito come ‘broker’, un po’ alla Mr. Bee Taechaubol, e non si conosce la sua consistenza patrimoniale. Non è un miliardario, pare, ma uno che sta cercando di acquistare il Diavolo facendosi finanziare a debito. C’è chi dice che questi finanziatori potrebbero diventare poi soci investitori, però non vi è alcuna certezza in merito. Ci sono tante perplessità su questo personaggio e su tutta l’operazione.

 

Redazione MilanLive.it