Andrea Pirlo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nell’estate del 2015 Andrea Pirlo ha deciso di andare a giocare al di là dell’Oceano e di questa scelta non se ne è mai pentito, anche se l’importanza delle sfide italiane ed europee un po’ gli mancano: “Sono i match belli da giocare a qualsiasi età. Ma quando gli anni passano, devi capire se è arrivato il momento di fare altro“.

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista dei New York City ha parlato di vari argomenti. Fra questi non poteva mancare l’incredibile rimonta del Barcellona ai danni del Paris Saint-Germain in Champions League. Una sfida che gli ricorda i momenti più difficili della sua carriera: “Mi è subito tornato in mente il Deportivo La Coruña (2004, quarti di Champions): col Milan vincemmo a San Siro 4-1, ma poi lì perdemmo 4-0. Botta tremenda. Ma ripenso spesso alla finale di Istanbul 2005: il 3-0 del 1° tempo ribaltato dal Liverpool. Fu un colpo terribile. Sono partite che ti segnano, anche perché hanno una posta in palio importantissima. Può cambiare l’autostima della squadra. Istanbul mi è rimasta dentro“, le dichiarazioni di Pirlo riportate da Gazzeta.it.

 

Redazione MilanLive.it