David Li Bank of east asia
David Li, chairman and chief executive officer of Bank of East Asia Ltd. (BEA) (©Getty Images)

MILAN NEWS – Fa quasi sorridere scriverlo per l’ennesima volta, ma queste ore e questi giorni sono cruciali per il futuro societario del Milan. In questa settimana si dovrebbe finalmente conoscere definitivamente che sbocchi avrà la trattativa tra Fininvest e i cinesi di Sino-Europe Sports.

Si andrà avanti nella speranza che il 7 aprile venga effettuato il closing? Oppure l’operazione salterà definitivamente? Molto dipende dal versamento della terza caparra da 100 milioni di euro che SES deve effettuare a favore della holding della famiglia Berlusconi. Il trasferimento di questo denaro non è ancora avvenuto. Secondo quanto rivelato da Carlos Festa de Il Sole 24 Ore, i capitali sarebbero fermi alle Isole Vergini Britanniche. Pure questa caparra, come la seconda, proverrebbe dunque dal noto paradiso fiscale.

La differenza sta nel fatto che quei 100 milioni versati a dicembre erano stati finanziati da China Huarong Asset Management, mentre questi avrebbero un’altra fonte. Si tratterebbe di una banca, che in ambienti governativi cinesi sarebbe stata individuata nella Bank of East Asia, che ha il proprio quartier generale ad Hong Kong e anche una sede alle Isole Vergini Britanniche (PO Box 901, Columbus Centre Building, Wickhams Cays, Road Town, Tortola). Lì, in questo momento, sarebbe depositata la terza caparra che Fininvest deve incassare per poi concedere a Yonghong Li tempo fino al 7 aprile per il closing della compravendita del Milan. Non ci sono ancora conferme, però, sulla B.E.A.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)