Milan, rimpianto Verdi: dalle mancate chance in rossonero alla Nazionale

Simone Verdi
Simone Verdi (©getty images)

MILAN NEWS – I calciatori del Milan attuale convocati dalla Nazionale maggiore del c.t. Giampiero Ventura sono tre, ovvero Gianluigi Donnarumma tra i pali, Mattia De Sciglio come terzino e il centrale Alessio Romagnoli ormai promosso dall’Under 21. Ma poteva esserci un nome in più nella lista dei rossoneri ‘azzurri’.

Si tratta di Simone Verdi, forse uno dei rimpianti maggiori del calciomercato Milan del recente passato. Un duttile esterno offensivo, dalla qualità tecnica elevatissima, che è stato praticamente svenduto (operazione da 1,2 milioni di euro) al Bologna durante l’ultima sessione estiva. Un peccato davvero, soprattutto visto l’andamento stagionale del ragazzo che è già a quota 5 reti più 3 assist decisivi. E in mezzo c’è stato pure un infortunio.

Il calciatore classe ’92 cresciuto nelle giovanili rossonere è stato sempre snobbato dal suo vecchio club, tanto da non riuscire mai ad esordire in massima serie con la maglia del Milan. Tanti prestiti in giro: dall’Empoli a Carpi passando per gli spagnoli dell’Eibar, ma evidentemente a Milanello nessuno ha mai pensato di puntare seriamente su Verdi, che ora si è preso la rivincita personale. Convocato in Nazionale maggiore al posto dell’infortunato Federico Bernardeschi, può finalmente definirsi un calciatore di qualità nonostante sia stato snobbato dal Milan.

Va comunque detto che nelle sue esperienze in prestito non aveva mostrato le doto richieste per indossare una maglia pesante come quella rossonera. Il suo rendimento a Bologna ha sorpreso e bisognerà vedere se riuscirà ad essere continuo nel resto della stagione, prima di vedere in estate se approderà in una piazza più importante.

 

Redazione MilanLive.it