Paul Singer
Paul Singer (foto dal web)

MILAN NEWS – Ieri pomeriggio abbiamo assistito alla svolta, probabilmente decisiva, sulla questione closing. Sino-Europe Sports è stata praticamente cancellata in quanto tutti gli investitori cinesi si erano tirati indietro. È rimasta in vita solo Rossoneri Sport, con a capo Yonghong Li. La svolta decisiva però, stando alle ultime indiscrezioni, è stata merito di Marco Fassone.

Il futuro a.d. e d.g. rossonero è riuscito a trovare i fondi per garantire il definitivo acquisto della società. L’aiuto decisivo dovrebbe arrivare da un hedge fund statunitense, il fondo Elliott Management, guidato dal noto business-man Paul Singer. Il Sole 24 Ore riporta le condizioni contrattuali dell’accordo firmato la scorsa notte: Elliott fornirà 123 milioni per il Milan. Di questi, 73 andranno a Fininvest e 50 milioni saranno nuova finanza per la campagna acquisti del club.

Ma non solo: il fondo statunitense fornirà strumenti a debito per l’operazione di acquisizione del Milan, con poco meno di 200 milioni. Soldi che Yonghong Li dovrà restituire nel momento in cui entreranno altri fondi. In caso contrario, Elliott si potrà rivalere su beni posseduti dal broker cinese. I tassi pagati saranno superiori al 10%. L’operazione verrà realizzata da una scatola lussemburghese RedBlack Sarl (Rossoneri Sport).

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it