Sole 24 Ore – Milan, Yonghong Li punta l’ingresso in Borsa nel 2018

Berlusconi cinesi
(foto Twitter)

MILAN NEWS – La tappa più importante per i destini del Milan è ora quella del 14 aprile, il venerdì pre-derby che sancirà secondo gli ultimi accordi il closing, ovvero le firme ufficiali sul passaggio di proprietà delle quote di maggioranza da Fininvest alla società Rossoneri Sport Investment Lux.

Ma in attesa di tale data, Yonghong Li, investitore unico dell’ormai ex cordata cinese, insieme al braccio destro Han Li sta preparando un piano strategico e finanziario piuttosto sbrigativo e offensivo, per poter far accrescere il valore del Milan e placare il rosso in bilancio. Secondo quanto scrive oggi Il Sole 24 Ore, l’idea del manager cinese è quella di affrettare la pratica per l’ingresso in Borsa, ovvero quotare al più presto il Milan nella piazza affari di Hong Kong.

Il motivo di questa accelerazione è dovuto all’esigenza di rientrare dal prestito ‘ponte’ concesso da Elliott Management, che ha raccolto ben 303 milioni di euro utili sia per il closing Milan sia per la gestione del club per il primo anno sotto la proprietà cinese. La quotazione in Borsa è sempre stata una delle primissime mosse che Yonghong Li ha ipotizzato per arricchire le casse rossonere: l’idea è quella di completare l’iter entro il 2018, anche se per il fixing ad Hong Kong servono diversi requisiti, tra cui un bilancio societario in utile nelle ultime tre annate, situazione che oggi il Milan non sembra proprio poter dichiarare.

 

Redazione MilanLive.it