Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Pochissimi i dubbi su quale sia la priorità assoluta nei prossimi giorni di lavoro per i nuovi dirigenti del Milan. L’a.d. Marco Fassone e il braccio destro Massimiliano Mirabelli dovranno dirigere tutti i loro sforzi sulle questioni riguardanti i rinnovi contrattuali.

E, come riporta il Corriere dello Sport, il nodo principale è quello legato alla permanenza di Gianluigi Donnarumma. Il super portiere classe ’99, un pochino più deludente del solito nel derby di sabato, ha il contratto in scadenza a giugno 2018 e percepisce ancora cifre piuttosto basse, a livello giovanile. Il diciottenne ha sempre fatto sapere di voler restare a lungo nella sua squadra del cuore, ma di mezzo c’è anche la questione economica rappresentata dal fattore Mino Raiola, insidioso agente che prima di dare l’ok al rinnovo vuole vederci chiaro, soprattutto sui programmi della proprietà cinese.

Sarà compito di Fassone e Mirabelli convincere Donnarumma e il suo entourage; nei prossimi giorni è prevista una primissima offerta per blindare il portiere, con una base da 3 milioni netti a stagione per cinque anni. Offerta che Raiola potrebbe giudicare insufficiente, viste anche le pressioni ed i sondaggi dei club internazionali. La situazione potrebbe cambiare qualora il Milan inserisca una percentuale in favore dell’agente sulla futura rivendita del calciatore, così come successo nell’affare Pogba. Il rischio è di arrivare troppo vicini alla scadenza per trovare un accordo idoneo, ma l’impressione è anche di una dirigenza pronta a tutto per fare di Donnarumma il porta-bandiera del Milan futuro.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it