Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Tradizionale conferenza stampa da Milanello per mister Vincenzo Montella alla vigilia di Milan-Empoli. Domani a San Siro alle ore 15:00 si gioca un match valido per la 33^ giornata di campionato che i rossoneri non possono assolutamente perdere.

Considerando il turno non complicato di Lazio (in casa col Palermo) e Atalanta (in casa col Bologna), oltre che al big match Fiorentina-Inter, la formazione milanista non può permettersi un passo falso. Ovviamente la squadra toscana non andrà sottovalutata, dato che viene pure da una vittoria a Firenze nel derby ed è motivata a fare punti per la corsa salvezza. Però il Milan, con il giusto atteggiamento, ha tutte le carte in regola per poter conquistare il bottino pieno e continuare a credere nell’obiettivo Europa League.

Verso Milan-Empoli: Montella in conferenza stampa

Montella nel corso della conferenza stampa sostenuta a Milanello ha innanzitutto parlato del momento di forma della squadra e della settimana post-closing e derby trascorsa: “Ci sono stati dei cambiamenti, in questo passaggio di proprietà tutti sono stati perfetti. Dobbiamo essere bravi come lo siamo stati finora. L’euforia del derby è stata vissuta da tutti, ma adesso dobbiamo pensare alla realtà ed essere concentrati sulle prossime due partite che saranno fondamentali per la nostra stagione”.

Sull’avversario e sui prossimi impegni: “L’Empoli è molto organizzata e ha meno paura dopo la vittoria di Firenze e quindi sarà una partita complicata. Dovremo muovere velocemente la palla ed essere pazienti. Le prossime due partite sono necessariamente da vincere. Quelle contro la Roma e l’Atalanta sono gare che si preparano da sole. Vedo una squadra molto coinvolta e partecipe, tutti stanno bene e quindi sono convinto che faremo un grande finale di stagione”.

L’attenzione si è spostata sui singoli. Un giudizio su Mati Fernandez e sulle condizioni di Riccardo Montolivo: “Mati mi piace molto e quando è in forma, è un giocatore completo. Contro l’Inter ha fatto una grande partita. Monto potrebbe essere convocato, ne ho parlato anche ieri con lui. Credo sia quasi pronto”.

Domani è prevista la panchina per Carlos Bacca, ma Montella lo difende: “Si parla troppo di lui. È un giocatore importante come ce ne sono altri nel Milan. Ci aspettiamo i gol, ma non è che se non segna vuole dire che ha fatto male”.

Un pensiero per la nuova dirigenza subentrata appena sette giorni fa: “Io e i nuovi dirigenti ci stiamo conoscendo. I programmi sono importanti e stiamo facendo delle valutazioni. Del mio contratto non ne abbiamo parlato. Non so cosa cambieranno. I progetti sono importanti, ma io vorrei pensare solo alla gara di domani. Anche il nuovo management vuole che il focus sia solo su domani. Nessun paragone con la vecchia dirigenza, ma la prima impressione è ottima”. 

Impossibile non ritornare sul tanto discusso gol nel recupero di Zapata nel derby e sul battibecco con Pioli: “Non c’è nessun problema con Pioli, io dal campo ho avuto la sensazione che l’Inter perdesse tempo e quindi ho fatto quella battuta. Mi dispiace che avesse vissuto così le mie parole, ma credo che sia tutto finito lì. Sento la rivalità con l’Inter, ma non oltre il dovuto”. Sulla partita: “Potevamo fare meglio nel primo tempo, ma poi vedendo i dati della partita abbiamo fatto meglio di loro. Il Milan ha fatto una grande partita”.

Domanda inevitabile relativa al calciomercato, soprattutto vista la sua presenza mercoledì scorso in Monaco-Borussia Dortmund nella gara di Champions League, insieme al d.s. Massimiliano Mirabelli: “A me piace andare a vedere le partite, sono stato invitato e mi ha fatto piacere andare. Aubameyang o Mbappe? Ci sono stati anche altri giocatori interessanti. Non ci tengo a parlare di mercato… Noi abbiamo Bacca che domani può essere decisivo, speriamo ci risolva la partita”.

Montella ha anche brevemente commentato le pesanti accuse odierne della Lazio: “Lui ha il suo punto di vista, non mi va di commentare le sue parole. È una cosa spiacevole per il mondo del calcio”.

Il tecnico ha ammesso di aver sentito Adriano Galliani dopo il derby ed ha anche rivelato un retroscena: “Ho sentito Galliani dopo il derby e anche Maiorino, non Berlusconi. Ieri ho incontrato Galliani in un ristorante e mi ha detto che dovrebbe essere a San Siro domani”. 

Durante questa stagione la squadra rossonera ha mostrato non poche difficoltà contro le piccole. Montella lo sa bene e vuole evitare che accada anche nei due prossimi impegni contro Empoli e Crotone: “La gara contro il Palermo, che è arrivata dopo il pareggio di Pescara, è stata quella giocata meglio dal punto di vista dell’orgoglio”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it