Europa League
Europa League (©Getty Images)

MILAN NEWS – Alcuni risultati della 34esima giornata di Serie A sono finiti sotto la lente d’ingrandimento in vista della volata finale. In particolar modo, lo 0-1 del Napoli a San Siro; perché riapre la corsa al secondo posto e, soprattutto, permette ancora una volta al Milan di avere in mano il proprio destino per la corsa all’Europa League.

I rossoneri, dopo la sconfitta contro l’Empoli, non sono andati oltre l’1-1 all’Ezio Scida contro il corsaro Crotone. In contemporanea, la Fiorentina è riuscita nell’impresa di subire due gol dal Palermo e di non farne nemmeno uno. Ma la non vittoria della squadra di Vincenzo Montella la tiene ancora in gioco. Milan avanti tre punti dall’Inter, quattro dai viola. A quattro partite dalla fine del campionato, è ancora tutto in discussione. Per le due milanesi, non qualificarsi almeno per la seconda competizione europea sarebbe un clamoroso fallimento.

Andiamo ad analizzare i calendari delle tre squadre. Il Milan è atteso da due impegni molto complicati sulla carta: Roma prima, Atalanta (a Bergamo) poi. Le ultime due, molto più abbordabili, contro Bologna e Cagliari. I rossoneri devono provare a portare a casa almeno quattro punti nelle prossime due partite per affrontare in maniera più tranquilla le due rossoblu, che non vanno comunque sottovalutate.

Per l’Inter il match più insidioso è quello della 37esima giornata, all’Olimpico contro la Lazio. Prima di quella, Genoa e Sassuolo. Infine, l’Udinese a San Siro. Partite non troppo difficili sulla carta, ma il Grifone è in lotta per la salvezza e i neroverdi non sempre molto insidiosi. Con o senza motivazioni. Calendario ostico anche per la Fiorentina, che in queste ultime quattro dovrà affrontare Lazio e Napoli (al San Paolo). Il Sassuolo alla prossima e il Pescara al traguardo; ma visto quanto successo ieri a Palermo, per i viola nessuna partita è più semplice dell’altra.

 

Pasquale La Ragione (twitter: @pasqlaragione) – Redazione MilanLive.it