Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (foto acmilan.com)

Domani sera a San Siro va in scena Milan-Roma, match valido per la 35^ giornata del campionato di Serie A 2016/2017. Una sfida fondamentale per entrambe le squadre.

I rossoneri sono in lotta per un posto in Europa League, devono difendere il sesto posto dalle ‘minacce’ Inter e Fiorentina, ma anche provare a ridurre i 5 punti che attualmente li separano dalla quinta piazza occupata dall’Atalanta. Non sarà un’impresa facile per il Milan, anche perché al Giuseppe Meazza la squadra di Luciano Spalletti vuole riscattare la sconfitta amara del derby contro la Lazio e difendere il secondo posto dall’assalto del Napoli.

Verso Milan-Roma: Montella in conferenza stampa

Vincenzo Montella da Milanello ha sostenuto la consueta conferenza stampa, affrontando diversi temi di attualità e parlando pure di futuro. Ovviamente si comincia dalle sfide contro Roma e Atalanta: “Siamo reduci da due risultati negativi, dobbiamo raccogliere più punti di quelli presi all’andata, dove meritavamo qualcosa di più. Bisogna riprendere qualcosa adesso”.

Il mister viene anche interpellato sulle dichiarazioni di Paolo Maldini, il quale ha ribadito il suo rifiuto a un ritorno spiegando di avere ancora dubbi sul progetto: “Lo stimo e non posso commentare le sue parole. Io so che stiamo cercando di costruire qualcosa di importante e c’è un piano economico importante. I dirigenti lavorano 20 ore al giorno. Sono contento, poi ciascuno ha i propri pensieri“.

Si passa poi a parlare della Roma, temibile avversario di domani a San Siro: “E’ ferita per aver perso il derby, ma hanno giocatori di qualità e personalità. Spero non siano troppo arrabbiati e comunque noi dovremo esserlo più di loro. Serve un Milan più determinato rispetto all’andata“.

Successivamente Montella si esprime sulla conferma per la prossima stagione ribadita da Marco Fassone: “Sono sereno, ho un contratto e avverto la stima.

Il tecnico campano dice la sua anche sulla scelta di impiegare Gianluca Lapadula  al posto di Carlos Bacca come titolare: “Ci sono motivi di tipo tecnico-tattico, ma anche di condizione. E’ più in forma rispetto a inizio 2017. Bacca sta bene e si allena bene, ma devo fare delle scelte. Domani deciderò tra lui e Lapadula“.

Si parla in seguito del calo avuto dalla squadra nel girone di ritorno rispetto all’andata: “Abbiamo 12 punti in meno. A volte all’andata abbiamo ottenuto qualche punto in più rispetto al valore della squadra, mentre al ritorno qualcosa in meno. Siamo in linea con il nostro livello e i nostri obiettivi“.

Gli viene domandato se allenerà la Roma in futuro: “L’ho già allenata, vincendo anche un derby con doppietta di Totti. Chissà, magari ricapiterà quando avranno costruito lo stadio nuovo“.

Mattia De Sciglio è stato molto criticato di recente, ma Montella prende le sue difese: “Ha la nostra stima, ha attraversato un momento poco positivo e lui è uno molto sensibile. Mi aspetto che i tifosi incoraggino tutti i giocatori per tutta la partita. Mi auguro che avvenga una tregua. Spero non ci sia un clima ostile nei suoi riguardi. Poi a fine stagione decideremo cosa fare con lui. Ma intanto chiedo di sostenere lui e gli altri ragazzi“.

Infine il mister commenta l’impiego di Gianluigi Donnarumma come capitano: “E’ ancora un bambino. In genere sono contrario al portiere con la fascia, perché è lontano dalle azioni e dai compagni“.

 

Redazione MilanLive.it