Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWSYonghong Li ha ereditato da Silvio Berlusconi un club con un grande passato sportivo, ma con una situazione economico-finanziaria disastrosa. I conti non mentono.

La Gazzetta dello Sport oggi mette in evidenza che la nuova proprietà ha previsto un aumento di capitale da 60 milioni, incrementabile in caso di necessità fino a 120, operazione che segue l’erogazione di due prestiti già effettuati da Mr. Li: uno da 10 milioni per l’attività ordinaria e l’altro da 73 per rimborsare il finanziamento soci di Fininvest. Questo secondo prestito è stato concesso grazie attraverso il finanziamento di Project RedBlack (società con sede in Lussemburgo riconducibile al fondo Elliott Management Corporation), che prevede una lunga serie di pegni sul Milan, marchio compreso, e la cessione a garanzia dei contratti media e commerciali.

In vista dell’Assemblea dei Soci di giovedì prossimo, sono emerse le stime sul bilancio 2016 che sarà approvato proprio in quella giornata. L’esercizio chiuso al 31 dicembre scorso fa registrare un passivo per 74.9 milioni, comunque enorme ma migliore rispetto a quelli del 2014 (91.3) e del 2015 (89.3). Il fatturato, al netto delle plusvalenze, è di 223.9 milioni, in crescita di 11.8 soprattutto grazie ai migliori ricavi derivanti dalla vendita dei biglietti per le partite. Calano di 5 milioni gli incassi commerciali per il mancato rinnovo di alcuni contratti di sponsorizzazione.

I costi crescono di 2.1 milioni e si attestano a 294.3: pesano le svalutazioni e gli accantonamenti per il contenzioso con Fondazione Fiera Milano per lo stadio (5,5 milioni) e per l’indennità di buonuscita di Luiz Adriano (3,2). Gli stipendi calano da 163,9 a 157 milioni, ma incidono per il 70% sul fatturato. Migliora la posizione finanziaria netta, da -188,5 a -178,4 milioni, per effetto della riduzione dei debiti col sistema creditizio.

La relazione che sarà approvata giovedì 18 maggio a Casa Milan prevede il piano economico per il ciclo 2017-2022 con un obiettivi di crescita e il sostegno finanziario della proprietà.

 

Redazione MilanLive.it