Suso Remo Freuler Alejandro Gomez
Suso vs Remo Freuler & Alejandro Gomez (©Getty Images)

Il Milan esce dall’Atleti Azzurri di Bergamo con un punto prezioso, ma assolutamente immeritato per come si è svolto il match. Punteggio finale di 1-1 con i gol siglati allo scadere dei due tempi. Va in vantaggio prima l’Atalanta che consolidano il netto dominio con Andrea Conti su incertezza di Gianluigi Donnarumma.

Nella ripresa i rossoneri non entrano con la grinta necessaria per ribaltare il risultato e vanno addirittura vicino al doppio svantaggio in diverse occasioni. Partita che comunque rimane a galla, anche grazie all’ingresso della seconda punta che dà maggiori alternative alla squadra milanista. Quando tutto sembrava perso, un lampo di Gerard Deulofeu (in posizione di fuorigioco) trova il pareggio con netta deviazioni di Masiello, tra l’altro uno dei migliori in campo. Un punto che permette al Milan di rimanere al sesto posto, qualsiasi risultato faccia l’Inter, che permette la qualificazione ai preliminari di Europa League.

Marcatori: 45′ Conti; 88′ Deulofeu.

Ammoniti: Toloi, Suso.

Espulsi: /

ATALANTA: Berisha 6; Toloi 6,5, Caldara 6,5, Masiello 7; Conti 7, Cristante 6,5, Freuler 6,5, Spinazzola 7+; Kessié 7, Gomez 7, Petagna 6,5 (Dal 70′ Kurtic 6). All. Gasperini 7,5.

MILAN: Donnarumma 6,5; Zapata 5, Romagnoli 6, Gustavo Gomez 5; Kucka 4 (Dal 58′ Bacca 6), Suso 6, Montolivo 5, Pasalic 5 (Dal 78′ Bertolacci 5), De Sciglio 4,5 (Dal 90′ Vangioni s.v.); Deulofeu 6-, Lapadula 6. All. Montella 5.
A disposizione: Plizzari, Storari, Calabria, Vangioni, Bertolacci, Mati Fernandez, Gabbia, Honda, Locatelli, Poli, Sosa, Bacca.

Atalanta-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: miracoloso intervento su Gomez da zero metri dalla porta. Pochi minuti dopo incertezza decisiva sul gol di Conti. Nella ripresa salva il risultato con un paio di ottime parate, una su tutte quella sul destro violento di Kessié.

Gustavo Gomez 5: torna titolare tre mesi dopo, ma la sua prestazione anche quest’oggi è al di sotto della sufficienza. Gravi errori nella prima frazione, cresce nella ripresa. Generoso in diverse occasioni quando gioca praticamente da terzino e si proietta in avanti ad aiutare i compagni.

Zapata 5+: incerto nelle giocate palla al piede, disattento quando viene attaccato alle spalle. Bravo invece in un paio di occasioni nell’uno contro uno, riuscendo a salvare la baracca rossonera

Romagnoli 6: il meno peggio della retroguardia, ma non era difficile da prevedere. Fa quel che può per contrastare i continui attacchi e inserimenti avversari. Non è da ricordare la sua prestazione, ma è sempre di gran lunga migliore dei compagni di reparto. Recupero fondamentale per queste ultimissime partite di campionato.

Kucka 4: gioca da esterno di centrocampo, ma fa praticamente sempre il terzino e con pessimi risultati. Imbarazzante in fase di costruzione, completamente senza idee. In fase difensiva non riesce mai ad avere la meglio dei diretti avversari. (Dal 58′ Bacca 6: positivo il suo ingresso, più che altro perché è utile ad alzare il baricentro della squadra. Non è mai pericoloso sotto porta, ma da il suo contributo in modo o nell’altro).

Montolivo 5: bene solo nel primo quarto d’ora, poi non riesce più a liberarsi dalle marcature avversarie. Non è ancora fisicamente pronto a giocare partite contro squadre che corrono così tanto, ma Montella lo tiene comunque in campo sino a fine match.

Pasalic 5: male in fase di interdizione, ennesima prova che non rientra nelle sue caratteristiche. Molto meglio invece negli inserimenti offensivi, peccato che quest’oggi non sia riuscito ad essere letale anche se ha avuto diverse occasioni. (Dal 78′ Bertolacci 5: non dà niente di rivelante al centrocampo rossonero anzi, sbaglia anche diversi passaggi a tratti improbabili).

De Sciglio 4,5: sbaglia tutti i palloni che i compagni gli servono. Nel secondo tempo è inusuale vederlo giocare da esterno d’attacco, dove non riesce a concretizzare un’illuminante assist di Suso. Si conferma tutt’altro che freddo in zona offensiva. (Dal 90′ Vangioni s.v.: entra a partita quasi conclusa. Bravo in una chiusura difensiva).

Suso 6: unico a provare ad accendere la luce in mezzo al campo, per tutto il match. La posizione di interno però non lo aiuta, in quanto è spesso messo in gabbia dai centrocampisti avversari. Un paio di lampi per i compagni, che però non sfruttano a dovere. Ammonito per un fallo ingenuo su Gomez, salterà la prossima partita a San Siro contro il Bologna.

Lapadula 6: unico che si danna e lotta per tutto il campo. Purtroppo le qualità tecniche non lo supportano a dovere e in fase offensiva non è quasi mai pericoloso. Va al tiro in un’occasione, ma il sinistro è troppo centrale e facile preda per Berisha. L’ingresso di Bacca lo aiuta a tenere su la squadra con meno difficoltà.

Deulofeu 6-: non è ancora chiaro come sia riuscito a segnare, ma l’importante è che quella palla sia entrata. Decisiva la deviazione di Masiello, anche se l’azione era da annullare per fuorigioco dello spagnolo. Gol a parte, prestazione incolore: gioca da centrale d’attacco nel primo tempo, ma è sempre preso in mezzo dai centrali avversari.

All. Montella 5: male, malissimo l’esperimento 3-5-2. La squadra subisce comunque le iniziative avversarie e in mezzo al campo il problema rimane invariato. L’attacco è sterile e le scelte tattiche del mister non aiutano affatto. Difficile che questo cambio modulo venga riproposto in futuro, ma fortunatamente quest’oggi il risultato ha reso meno questo esperimento provato dal tecnico.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it