Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (foto acmilan.com)

Giornata di vigilia in casa rossonera, domani sera alle 20.45 il Crotone ospiterà il Milan per la prima giornata di Serie A. Nel pomeriggio Vincenzo Montella ha sostenuto la conferenza stampa da Milanello.

Il primo pensiero non poteva che essere rivolto alle recenti vittime degli attentati terroristici: “Da parte mia e della squadra va il cordoglio per le vittime. Il nostro pensiero va alla tragedia di Barcellona, siamo vicini alla popolazione spagnola”.

Domani sera comincerà il campionato del Milan. Ecco le speranze del mister: “Spero sia un campionato di rivincita e soddisfazione. Sarà un campionato molto difficile. Noi da Scudetto? Mi interessa poco se chi lo dice lo pensa realmente o lo fa per strategia. Abbiamo acquistato tanti calciatori, abbiamo bisogno di diventare prima squadra e poi vincente. Non sento alcun tipo di pressione. Non dobbiamo porci limiti, sappiamo che ci sono squadre più attrezzate e oliate di noi. Il Milan deve tornare grande con il tempo, le basi ci sono. L’obiettivo è alimentare l’entusiasmo e dare l’orgoglio ai tifosi del Milan che, soprattutto, grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli hanno ritrovato il sorriso”. 

Un commento sull’insidiosa avversaria di domani sera: “Il Crotone nelle ultime partite dello scorso campionato ha avuto una media di Champions League. Mi attendo la stessa partita dell’anno scorso, con una squadra paziente e che attende di colpirci in ripartenza”.  

Sulle probabili scelte di formazioni: “Ringrazio per la loro professionalità tutti i giocatori che non sono stati convocati per scelta tecnica. Turn-over? Giocando ogni tre giorni è inevitabile. Ho ancora dei dubbi sulla formazione. Le idee sono abbastanza delineate ma non chiarissime. Talvolta la formazione che provo il giorno prima potrebbe non essere quella di domani. Cutrone? E’ stato provato titolare oggi, ma non è detto che domani lo sia.

Sui singoli, in particolare su Hakan Calhanoglu e Riccardo Montolivo: “Calha ha una grande voglia di essere protagonista. Ha grandissime qualità e mi intriga molto, anche se non credo sia ancora al massimo delle sue possibilità. Per Montolivo sono molto contento personalmente, è molto coinvolto nel progetto tecnico della squadra”.

Inevitabile anche una domanda sul Calciomercato Milan, che Montella dribbla come fa di solito: “Kalinic? Non ho tempo per pensare al mercato, il presente è Crotone. Sono certo che Fassone e Mirabelli faranno quanto è possibile per migliorare ancora la squadra, a prescindere dalle uscite che ci potrebbero essere. Se questa è la squadra più forte che ho allenato? Ho tante possibilità tattiche. E’ una squadra giovane, con tanti giocatori nuovi, e ci vorrà tempo per l’adattamento”. 

Sulle condizioni fisiche di Alessio Romagnoli e Giacomo Bonaventura, entrambi esclusi dalla lista convocati diramata poco prima: Nulla di preoccupante per Jack. Sicuramente salterà le prossime due partite e forse la terza, ma dovrebbe rientrare dopo la sosta. Romagnoli sta bene, ho preferito lasciarlo a casa a lavorare per averlo magari a disposizione per giovedì prossimo in Europa League”. 

Sulla vicinanza da parte della società e dei tifosi rossoneri: “Siamo contenti sia venuto David (Han Li, ndr). E’ molto vicino alla nostra squadra anche quando è distante. Sono molto contento. Io sono molto contento di quanto sia stato fatto. L’entusiasmo dei tifosi va alimentato con i risultati. Sto pensando, qualora fosse possibile, di aprire l’allenamento per sentire ancora di più il loro affetto“.

Chiosa ancora sul calciomercato: “Sarei ingeneroso se pubblicamente chiedessi qualcosa in più. La società però ha ancora voglia di migliorare, ma bisogna vedere cosa offre il mercato”. Montella dunque annuncia che da qui al 31 agosto il Milan potrebbe ancora rinforzare la squadra con nuovi arrivi.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it