Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Due reti al Bayern Monaco in amichevole da centravanti puro. Una al Craiova approfittando del caos in area di rigore. Un’altra da bomber di razza nell’esordio da titolare contro il Crotone.

Basterebbero questi episodi per descrivere la crescita e le potenzialità attuali di Patrick Cutrone, centravanti classe ’98 che sta facendo impazzire il Milan. Mentre i tifosi aspettavano i colpi dal mercato per potenziare il reparto offensivo, il talento nativo di Como si faceva notare con prodezze estive degne di nota. Non a caso Vincenzo Montella, dopo l’arrivo di Nikola Kalinic dalla Fiorentina, ha ammesso: “Abbiamo tre grandi centravanti in rosa” – facendo riferimento allo stesso Kalinic, al talentuoso André Silva e proprio al baby Cutrone, considerato ormai un calciatore da prima squadra.

E pure le possibili opzioni di trasferimento in prestito secondo Tuttosport sono svanite. Crotone e Verona avrebbero fatto i salti mortali per prenderlo a titolo temporaneo, ma il Milan sotto indicazione di mister Montella ora lo ritiene indispensabile ed incedibile, inserito perfettamente negli schemi della squadra rossonera e di conseguenza utile alla causa, almeno finché i suoi compagni di reparto arrivati in estate non saranno al top della forma. Lo stesso Cutrone, che ha scelto il numero 63 sulla maglia in onore all’anno di nascità del papà-avvocato, ora vuole restare e provare a coronare il sogno: diventare il bomber più giovane e prematuro della storia rossonera.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it