André Silva
André Silva (©Getty Images)

Questa sera Vincenzo Montella varerà per la prima volta il modulo 3-5-2. Dopo il 6-0 di San Siro, è Shkendija-Milan a Skopje l’occasione giusta per fare degli esperimenti.

L’allenatore rossonero schiererà due attaccanti, una scelta che Silvio Berlusconi gli ha chiesto più volte nella passata stagione, anche se con uno schieramento tattico diverso (4-3-1-2). Però allora Montella andò avanti per la sua strada con il 4-3-3.

In Shkendija-Milan il mister intende provare in coppia Patrick Cutrone e André Silva, due centravanti che messi insieme hanno solamente 40 anni complessivi (19 l’italiano, 21 il portoghese), come ricorda il Corriere dello Sport. In attesa dell’esperto Nikola Kalinic (29 anni), saranno i due giovani talenti a guidare l’attacco rossonero questa sera in Macedonia.

La concorrenza è tanta e, considerando che Montella ha ancora come primo modulo il 4-3-3, c’è un solo posto per tre centravanti. Dunque già stasera per Cutrone e Silva sarà importante fare bene. Sulla carta il titolare nella formazione tipo dovrebbe essere Kalinic, però i due giovani vogliono conquistare la fiducia del tecnico a suon di buone prestazioni. Contro un avversario teoricamente agevole come lo Shkendija entrambi hanno una chance ghiotta.

Montella, comunque, non vuole che scatti eccessiva competizione tra Cutrone e Silva. Anche perché la stagione è lunga e con tante partite, dunque lo spazio ci sarà per tutti. Ovviamente ciascuno dei due farà in modo di dare il massimo per rappresentare una prima scelta agli occhi dell’allenatore. Entrambi hanno segnato due gol a testa in partite ufficiali finora. Vedremo se stasera il bottino aumenterà.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)