Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il Milan è cambiato tanto in questi ultimi mesi. I tifosi hanno trovato nuovi e forti beniamini, ma un punto di riferimento continua ad essere Giacomo Bonaventura, ormai senatore del club.

Quello da poco iniziato è il suo quarto anno con la maglia rossonera. Il primo in cui avrà la possibilità di far vedere le sue doti anche al di fuori dei confini italiani. E potrà farlo in un Milan più competitivo rispetto alle scorse annate: “E’ un Milan diverso, sono cambiati tanti giocatori. Già dalle prime partite nell’undici titolare sono scesi in campo molti volti nuovi e quindi servirà tempo agli acquisti per adattarsi. Ma a mano a mano con le gare ci si conoscerà sempre meglio e si riuscirà a creare una squadra competitiva: c’è tanto entusiasmo da parte dei tifosi e dobbiamo alimentarlo“, ha detto ai microfoni di Premium Sport.

Sono arrivati calciatori giovani ma con già una buona esperienza alle spalle. Una cosa li accomuna: tutti hanno qualità e potenzialità importanti. Bonaventura ne parla così: “Nessuno dei nuovi mi ha sorpreso in maniera particolare perché sapevo che avevamo comprato grandi calciatori. Conoscevo meno Rodriguez ma dalle prime prestazioni sono certo che può fare benissimo qui. Musacchio garantisce tanta esperienza, il suo carattere e il suo temperamento possono fare la differenza“.

Lui e Suso sono fra i pochissimi titolari che erano già in squadra. L’asse fra loro due è stata perfetta o quasi durante la scorsa stagione, come in occasione della rete dell’1-1 nella finale di Supercoppa: “L’anno scorso io e lui abbiamo giocato molte volte insieme e spesso mi è capitato di segnare su suoi assist: ha un bellissimo sinistro e quando rientra cerco sempre di andare in area. Anche se la squadra è cambiata e ci saranno dinamiche differenti, rimane l’intesa fra noi due. E’ cresciuto tanto rispetto all’inizio, sa di poter essere determinante e spero vada avanti così“.

Il Milan, dopo numerosi tentativi, non è riuscito a prendere un attaccante di grande livello. Sono arrivati André Silva e Nikola Kalinic, ma si è fatto avanti con personalità anche Patrick Cutrone. Jack non è preoccupato: “Cutrone ha disputato un ottimo precampionato, ha grande fame e voglia. Deve continuare così, lavorando duro per poterci dare una mano perché ha buone qualità. Kalinic ha segnato diversi gol negli ultimi anni: speriamo che in questa stagione possa esplodere definitivamente”. 

Domenica il Milan affronterà la Lazio a Roma nel primo match più impegnativo di questo inizio di campionato. Bonaventura spiega: “Vincere e fare una grande prestazione a Roma contro la Lazio sarebbe importante per la nostra autostima. Bisognerà essere concentrati perché non sarà facile: tanti giocatori torneranno dalle Nazionali e dovremo concentrarci di nuovo sul campionato. La Lazio è molto temibile, ha già dimostrato contro la Juve di essere in condizione: può essere che dopo la vittoria in Supercoppa si siano un po’ rilassati ma hanno un tecnico e giocatori bravi e vorranno disputare una grande partita”.

Il centrocampista è reduce da un infortunio, ma ha già recuperato. Resta però il dubbio sulla sua presenza o meno nella partita di domenica all’Olimpico: “In teoria dovrei esserci: spingerò al massimo in questi giorni per vedere come sto. Ho fatto 5-6 anni senza infortuni e ne ho avuti due nell’ultimo periodo. Ho capito cosa posso fare per cercare di essere al 100%. Devo cercare di riprendere la continuità: può essere un anno importantissimo per me. Il sogno della stagione è vincere qualcosa, vogliamo rivivere le sensazioni di Doha“.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it