Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’attaccante raffinato, dalle giocate e dal preziosismo facile, non ci va a genio. In Italia c’è la cultura del centravanti che si sporca le mani, che lotta e suda prima di buttare il pallone dentro al sacco.

Sono le caratteristiche precise di Ciro Immobile e Patrick Cutrone, i due centravanti che oggi pomeriggio all’Olimpico guideranno gli attacchi di Lazio e Milan. Due elementi di fatica, che sanno usare meglio la sciabola del fioretto. Si muovono tanto, aiutano i compagni, fanno sponde, insomma non pensano solo a far entrare il proprio nome sul tabellino, anche se è la cosa che gli riesce meglio. Entrambi, come scrive la Gazzetta dello Sport, vengono da un momento d’oro: Immobile ha persino deciso l’ultima gara della Nazionale italiana contro Israele, Cutrone continua a segnare ininterrottamente, pure con la maglia dell’Under 21 azzurra.

Due prototipi di attaccanti moderni che oggi si sfideranno a distanza, anche per continuare a far gol: Immobile è a quota 4 in tutte le gare ufficiali disputate, Cutrone invece addirittura a 5, avendo segnato inoltre in tutti i match giocati finora da titolare con la maglia del Milan tra campionato e coppe. E Vincenzo Montella ha confermato di voler ancora puntare su di lui: “Patrick sta facendo benissimo. Preciso che tenerlo con noi è stata una scelta mia, che l’ho fatto esordire, e di questa società, che gli ha rinnovato il contratto. Abbiamo sempre creduto in lui, ma sappiamo che occorrerà alimentare la sua fiducia quando la fase realizzativa diminuirà”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it