Massimo Ferrero
Massimo Ferrero (©Getty Images)

La Sampdoria quest’oggi ha confermato quanto di buono fatto vedere in questo inizio di campionato, battendo il Milan a Marassi per 2-0: in gol Duvan Zapata e Ricky Alvarez.

I blucerchiati hanno dominato il match dall’inizio alla fine, senza mai realmente soffrire le iniziative dei rossoneri. Tanta la gioia del presidente Massimo Ferrero nel post-partita ai microfoni di Sky Sport 24. Tanti gli elogi del numero 1 doriano a squadra e allenatore: “Ormai da un anno i nostri calciatori giocano insieme, Giampaolo ha saputo mettere tutti i tasselli al posto giusto. Un allenatore deve soltanto pensare ad allenare, motivare e assemblare undici ragazzi che devono scendere in campo: se fa male, la colpa è mia, non sua”.

Poi parla degli obiettivi futuri della squadra e racconta un retroscena di mercato riguardante Duvan Zapata e Patrick Schick sull’asse Sampdoria-Napoli: “Obiettivi? Chissà, il calcio è imprevedibile, non voglio dire nulla. Per lo stadio ci sarà presto un incontro con il sindaco. Zapata? Per prenderlo ho lavorato dieci giorni, ma posso dire che ne è valsa la pena. De Laurentiis me l’aveva offerto a giugno perché voleva Schick, poi alla fine mi sono trovato io ad inseguirlo, ma ora da uno a dieci sono contento dodici di averlo qui con noi”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it