Cristian Zapata
Cristian Zapata (©getty images)

MILAN NEWS – Zapata contro Zapata; il duello tra cugini calciatori si è concluso in modo piuttosto evidente. Duvan, quello della Sampdoria, ad esultare per un gol decisivo mentre Cristian, il difensore del Milan, a rammaricarsi per un errore di valutazione da bollino rosso.

Una domenica da dimenticare per Zapata, il centrale colombiano scelto da Vincenzo Montella per completare la difesa a tre preferendolo a Mateo Musacchio. Due errori palesi che consentono alla Sampdoria di segnare le reti della vittoria: nella prima occasione con un colpo di testa sciagurato regala al cugino Duvan un assist perfetto per l’1-0 blucerchiato. Nel finale perde l’equilibrio in fase difensiva e lascia campo libero al contropiede di Ricky Alvarez che chiude così la contesa col gol del 2-0.

Zapata è uomo da alti e bassi: o regala prestazioni da stropicciarsi gli occhi, come fosse uno dei difensori più forti e completi del campionato, oppure perde lucidità e commette errori marchiani e deleteri per il Milan. L’eroe dell’ultimo derby, autore del gol del pareggio al 97′ contro l’Inter, è tornato a trasformarsi in un calciatore sciagurato, impreciso e arrendevole, proprio davanti al cugino di sangue Duvan che, spietato, ha approfittato dei suoi errori difensivi. Il motivo per cui ieri Musacchio sia stato lasciato in panchina è oscuro, ma ora sta a Zapata dimostrare di non essere un flop totale bensì un centrale ancora dalle buone capacità.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it