Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma ammonito dall’Arbitro Valeri in Sampdoria-Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Durante la partita contro la Sampdoria, Gianluigi Donnarumma avrebbe riferito espressioni blasfeme al minuto 52 del match. Il Giudice Sportivo però non avrebbe sanzionato il portiere, così come il collega Christian Puggioni.

Di seguito il comunicato ufficiale della Lega Serie A con la motivazione della mancata sanzione al portiere rossonero: “[…] Condotta dei calciatori Puggioni Christian (Soc. Sampdoria) e Donnarumma Gianluigi (Soc. Milan) consistenti nell’aver pronunciato espressioni blasfeme, rispettivamente, al 46° del primo tempo ed al 7° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Infront), di piena garanzia tecnica e documentale; sentito il Direttore di gara, che in base alle immagini risultava essere nei pressi e comunque almeno in parte destinatario delle proteste e recriminazioni; considerato che il medesimo Direttore di gara ha confermato di aver assistito ad entrambi gli episodi e di aver udito le imprecazioni e le espressioni di disapprovazione ma di non aver percepito distintamente alcuna espressione blasfema;

ritenuto, pertanto, che, in mancanza di assoluta certezza circa l’uso di espressioni blasfeme da parte dei sopramenzionati calciatori, non sussistono in ogni caso i presupposti di punibilità delle fattispecie segnalate a norma della richiamata disposizione del CGS, relativa a “fatti…concernenti l’uso di espressione blasfema, non visti dall’arbitro, che di conseguenza non ha potuto prendere decisioni al riguardo”; delibera di non sanzionare i calciatori Puggioni Christian e Donnarumma
Gianluigi in ordine agli episodi segnalati dal Sig. Procuratore Federale”. 

Speriamo che tali situazioni per Donnarumma non si verifichino più, anche perché rischiare ammende o peggio ancora squalifiche per tali questioni, sarebbe parecchio ingenuo. Da segnalare inoltre l’ammenda di 1.500€ per Leonardo Bonucci, ammonito per la seconda volta in campionato, sanzione aggravata perché capitano della squadra, si legge nel comunicato ufficiale del Giudice Sportivo.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it