Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Processo a Vincenzo Montella; gli effetti del poker subito dal Milan in casa della Sampdoria si fanno sentire con energico timore dalle parti del club rossonero. Impossibile non indicare tra i maggiori responsabili proprio il tecnico.

L’edizione di oggi di Tuttosport non perde occasione per puntare il dito contro Montella, reo di non avere ancora le idee chiare da un punto di vista tattico e incapace per ora di infondere serenità e giuste motivazioni alla squadra, perfetta finora in Europa League ma troppo altalenante negli impegni più probanti in campionato.

Sono cinque i capi d’accusa che il quotidiano torinese lancia nei confronti di Montella: il primo riguarda la personalità della squadra quando gioca in trasferta. Il Milan, a parte il 3-0 di Crotone, ha subito passivamente i colpi di Lazio e Sampdoria senza reagire. L’effetto San Siro è positivo, ma anche lontano dalle mura amiche ci si aspetta un Milan dignitoso.

Il secondo problema riguarda i troppi esperimenti fatti da Montella in gare ufficiali, quando invece le prove tattiche sarebbero dovute presentarsi solo nelle amichevoli estive. La difesa a tre ad esempio ha fatto la sua prima apparizione contro lo Shkendija in coppa.

Il terzo capo d’accusa è sul 3-5-2, modulo che costringe molti calciatori a giocare fuori ruolo: Calhanoglu fa la mezzala d’emergenza, Suso è una seconda punta ancora senza identità e anche i vari Bonaventura, Borini e Abate fanno fatica nelle nuove posizioni.

Quarto cruccio per Montella è rappresentato dalla scelta del tandem d’attacco: il Milan dovrebbe imporre il proprio gioco, ma quando va in campo con il 3-5-1-1 (una punta seguita da un trequartista) va sempre in affanno e non riesce ad accompagnare le azioni offensive come si deve.

Infine l’ultima accusa al mister tratta in particolare lo snaturamento di Suso, che da esterno nel tridente offensivo ha sempre fatto la differenza, mentre da attaccante centrale non trova la posizione giusta ne’ gli spunti da campione. Non è escluso che Montella torni sui propri passi dal punto di vista tattico.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it