Francesco Acerbi Juan Cuadrado
Francesco Acerbi e Juan Cuadrado (©Getty Images)

MILAN NEWS – In questi ultimi difficili anni il Milan ha avuto tanti calciatori, fra cui molti flop. Uno di questi è Francesco Acerbi, che non è riuscito ad affermarsi. Con la maglia del Sassuolo poi è diventato uno dei migliori centrali difensivi del campionato.

Più volte il difensore ha sottolineato come sia stata principalmente colpa sua se con il Milan è andata male. Lo ha ribadito ancora una volta alla Gazzetta dello Sport di oggi: “Quando vedo il Milan penso che sarei ancora lì se quell’anno avessi avuto la testa di adesso. Anzi, bastava una testa normale. Ho avuto i sensi di colpa quando facevo la chemioterapia: mi dicevo che ero stato scemo a sprecare quell’occasione. Ma poi ho capito che sono stato fortunato e che quell’esperienza mi ha fatto crescere“. 

Acerbi ricorda poi quel momento in cui ha iniziato ad accorgersi che qualcosa non andava in lui: Debuttai in Champions a Malaga e sentendo l’inno non avvertii nessuna emozione. Adesso avrei i brividi. E quando vedo ex compagni come Vrsaljko, Pellegrini e Defrel giocare in Champions sono contento per loro e aspetto che anche per me torni quel momento“.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it