Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

NEWS MILANSilvio Berlusconi dal 13 aprile 2017 non è più proprietario del Milan, dopo che la holding Fininvest ha ceduto le proprie quote alla Rossoneri Sport Investment Lux dell’uomo d’affari cinese Yonghong Li.

Dopo 31 anni e 29 trofei totali conquistati, l’ex premier ha passato la mano. Un cambio di proprietà che la tifoseria auspicava da tempo, dato che Berlusconi non intendeva più effettuare investimenti per riportare il club ai fasti di un tempo. Era necessario voltare pagina, anche se adesso bisognerà vedere se la nuova proprietà e la nuova dirigenza saranno in grado di raggiungere gli obiettivi fissati al momento del loro avvento.

Silvio Berlusconi critica il nuovo Milan

La squadra di Vincenzo Montella sta avendo delle difficoltà in campionato, dove in sette giornata è stata già sconfitta tre volte. I due ultimi k.o. sono arrivati consecutivamente e il prossimo match è il derby contro l’Inter, occasione da non fallire per continuare a coltivare il sogno Champions League.

Silvio Berlusconi, interpellato da corriere.it, si è espresso in maniera negativa sul nuovo Milan che sta vedendo. Queste le sue parole: «Il Milan è un pezzo del mio cuore e della mia vita. Vorrei almeno che la squadra andasse bene. È questo il mio rammarico, il mio dispiacere. Non ho capito la campagna acquisti. Non si era mai visto in una squadra il cambio di undici giocatori. Con tutti quei soldi, non si poteva acquistare un top player?».

L’ex presidente rossonero è dispiaciuto per l’andamento della squadra e non manca di criticare Montella, cosa che già fece nella passata stagione: «Volevo che sulla panchina restasse Brocchi. Ma ero in un letto d’ospedale, tra la vita e la morte. E mi dissero Montella. Non mi piace come sta facendo giocare la squadra, non c’è un’idea. Spiegatemi come possono finire spesso in panchina Suso e Bonaventura, che sono poi i due calciatori tecnicamente più dotati. E come si può fare sempre il solito gioco sulle fasce, per il solito cross in area. Mah… Per andare in rete andrebbero invece sfruttate le qualità dei due, cercando le linee di passaggio interne. A Montella davo consigli e lui mi rispondeva “Sì presidente, ma la formazione la faccio io”».

Berlusconi boccia praticamente tutto del nuovo Milan, da calciomercato estivo all’operato dell’allenatore, senza dimenticare la decisione di affidare la fascia da capitano a Leonardo Bonucci: «È stata data la fascia da capitano a un calciatore che è stato per anni la bandiera della Juventus. C’è Montolivo. La fascia andava affidata a lui».

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it