Andrea Belotti
Andrea Belotti (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANAndrea Belotti è uno dei centravanti top sognati dal club rossonero e dai tifosi milanisti nel corso dell’ultima estate. Tuttavia, è stato impossibile strapparlo a Torino. Urbano Cairo non è mai sceso dalla valutazione di 100 milioni di euro, la stessa inserita nella clausola rescissoria del contratto del giocatore.

Il Milan ha fatto dei sondaggi e dei tentativi, però non c’è stato nulla da fare. Sia per Belotti che per altri bomber come Alvaro Morata e Pierre-Emerick Aubameyang non c’è stato modo di trovare l’accordo. Alla fine Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone hanno ripiegato su Nikola Kalinic, buon attaccante ma dal profilo sicuramente inferiore rispetto a quello dei colleghi menzionati.

Calciomercato Milan, Mirabelli irrita il Torino: Fassone chiede scusa

Mirabelli nel corso della cena promossa da Radio Rossonera ha confermato che in estate ha provato ad acquistare Belotti, ma non è stato possibile farcela. Il direttore sportivo del Milan non ha poi escluso che il ‘Gallo’ possa vestire la maglia rossonera, che sogna fin da quando era bambino, in futuro.

Il Torino se l’è presa per queste parole, considerate un po’ fuori luogo in casa granata.  Secondo quanto rivelato da Tuttosport, sono arrivate le scuse di Fassone al club di Urbano Cairo per quanto dichiarato da Mirabelli. Già a luglio lo stesso Fassone nel fare il nome di Belotti, assieme a quello di Morata e Aubameyang, come potenziale nuovo bomber del Milan aveva irritato la società piemontese. Nuovo capitolo andato in scena nelle scorse ore.

Ad ogni modo, è lecito immaginare che per il proprio futuro il talento del Torino ambisca a trovare una squadra che gli permetta di lottare per traguardi importanti. Non necessariamente il Milan, di cui è tifoso. Sono tanti i club, soprattutto all’estero, che hanno messo nel mirino il ‘Gallo’. Adesso l’attaccante granata è fuori per infortunio, ma vuole tornare presto per confermare e migliorare quanto di buono fatto nella stagione passata.

 

Redazione MilanLive.it