Inter-Milan
Inter-Milan (©Getty Images)

Rabbia, delusione e amarezza sono solo alcuni dei sentimenti che provano i tifosi del Milan dopo la sconfitta per 3-2 nel derby contro l’Inter. Una vera beffa, considerando che dopo le due rimonte il KO è maturato su un calcio di rigore al 90′ su folle fallo di Rodriguez in area.

Quello dello dello svizzero è uno dei tanti regali fatti dal Milan nel big match di San Siro. Si parte dal primo tempo, che Vincenzo Montella ha completamente regalato alla squadra di Luciano Spalletti preferendo chiudersi in difesa invece che aggredire ed attaccare. Un atteggiamento incomprensibile e contrario a ciò che ci si aspettava dopo le due sconfitte di fila contro Sampdoria e Roma. Il mister aveva promesso rabbia fin dall’approccio iniziale, ma così non è stato.

La svolta c’è stata solo nella ripresa, dopo che i rossoneri avevano già subito il primo gol dello scatenato Icardi. Nell’occasione Romagnoli è troppo leggero nell’opporsi al cross di Candreva, poi Bonucci fallisce completamente la chiusura e Musacchio dietro perde il capitano dell’Inter. Nell’intervallo Montella leva un deludente Kessiè e mette Cutrone, spostando Suso a centrocampo. La reazione del Milan c’è e porta al gol dello spagnolo, spento quando gioca da seconda punta. Ma una follia di Biglia e un altro errore in marcatura su Icardi regalano il 2-1 ai nerazzurri. Arriva la nuova rimonta grazie al gol di Bonaventura su ottimo assist di Borini, però nel finale Rodriguez fa l’ultimo regalo ai ‘cugini’ condannando definitivamente la squadra di Montella.

L’Inter ha avuto il merito di saper sfruttare tutti i regali fatti dagli avversari. Spalletti ha schierato in campo una squadra ordinata ed equilibrata, capace di colpire al momento giusto, sfruttando le fragilità di un Milan che ancora squadra non è. Adesso sono 10 i punti di distanza dai ‘cugini’ in classifica e 7 dal quarto posto, necessario per andare in Champions League.

Dopo tre sconfitte di fila, è obbligatorio che ci sia una scossa all’interno del gruppo. Montella deve trasmettere qualcosa di più ai suoi giocatori, che a loro volta in campo devono dare di più. Ok la reazione del secondo tempo nel derby, però non basta. Il Milan deve giocare con grinta, ma allo stesso tempo con equilibrio e attenzione, dal primo minuto. I rossoneri si prendono troppe pause e questi black-out li paghi quando hai di fronte avversari di una certa qualità.

Serve cambiare rotta, Montella deve trovare la via giusta. Questo Milan non funziona, bisogna prenderne atto. Sicuramente con tanti acquisti nuovi era normale attendersi del tempo prima di vedere un certo tipo di gioco e risultati importanti, però la sensazione è che diverse scelte non siano giuste e che qualcosa vada cambiato sotto diversi aspetti. Tocca a Montella sistemare le cose e devono essere soprattutto i giocatori di maggiore esperienza a guidare i compagni fuori dal tunnel. Chi doveva essere trascinatore e leader della squadra in questo momento non sta assolvendo al proprio compito.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)