Fabio Capello
Fabio Capello (©Getty Images for Laureus)

NEWS MILANFabio Capello è venuto a contatto con la Cina dopo essere diventato allenatore dello Jiangsu Suning, squadra che è di proprietà degli stessi padroni dell’Inter.

L’allenatore goriziano ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ è stato interpellato sulla proprietà cinese del Milan: “In Cina non se ne parla molto, si sa poco. Non ci sono cose chiare, si chiacchiera però non c’è certezza sul futuro del Milan. Si parla più dell’Inter, che è di Suning. E’ un peccato che il Milan dopo aver speso tanto si trovi in questa situazione”.

Capello nega la possibilità di tornare al Milan: “No, Capello ha già dato. Volevo tornare ad allenare una squadra come ultima esperienza e mi è stata proposta questa da Suning. Ci siamo salvati e ho ancora un anno di contratto, poi vado in vacanza”.

L’ex allenatore rossonero parla della possibilità che Roberto Donadoni in futuro possa sedere sulla panchina del Milan e, inoltre, difende Vincenzo Montella puntando il mirino sul mercato sbagliato della società: “Sono amico di Donadoni, che è stato mio giocatore ed è un ottimo tecnico. Montella? Ritengo che quando si fanno rivoluzioni con tanti giocatori bisogna dare tempo all’allenatore. L’errore è un altro. La squadra andava rafforzata nei punti deboli, doveva essere questo il progetto e non comprare tanti giocatori. Serviva rafforzare i punti deboli con pochi giocatori importanti che facessero la differenza”.

Infine Capello esprime un ultimo commento sulla società milanista: “Bisogna dare tempo, vedremo se sapranno sopportare le pressioni”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)