Suso trascina il Milan: poker al Chievo e crisi scacciata

Suso
Suso (foto acmilan.com)

Era dal 20 settembre che il Milan non vinceva in campionato, da 2-0 contro la Spal a San Siro. Un lungo digiuno di vittorie in Serie A per la squadra di Vincenzo Montella, che ieri sera al Marcantonio Bentegodi si è sbloccata battendo il Chievo Verona 4-1.

La Gazzetta dello Sport stamane mette in evidenza la grande prestazione di Jesus Fernandez Suso, autentico trascinatore dei rossoneri nella vincente trasferta in Veneto. Per lo spagnolo gol dell’1-0, autorete di Cesar propiziata con un suo cross, contropiede del 3-0 finalizzato da Hakan Calhanoglu partito dai suoi piedi e infine assist per il poker di Nikola Kalinic. Una prestazione superba per l’ex Liverpool, restituito al suo ruolo preferito dopo esperimenti poco riusciti in altre posizioni. Proprio sul settore di destra il Milan trova facilità nel mettere in difficoltà il Chievo, complici anche gli inserimenti di Franck Kessié e di Davide Calabria.

Serata nera per i gialloblu, dopo la vittoria nel derby contro l’Hellas Verona. Gli unici squilli sono grazie a dei regali del Milan. Su un clamoroso errore di Kessié nasce la rete del momentaneo 3-1 di Valter Birsa, poi su una marcatura allegra di Mateo Musacchio è Gianluigi Donnarumma a mettere sulla traversa un colpo di testa ravvicinato di Nenad Tomovic.

E’ stato un Milan con baricentro medio di 55 metri e il primo senza Leonardo Bonucci, squalificato e presente in tribuna a Verona. Alessio Romagnoli sostituisce molto bene il capitano rossonero e anche Ricardo Rodriguez sul centrosinistra sforna un’ottima prestazione. Un 4-1 convincente dei ragazzi di Montella, che sperano di aver scacciato definitivamente la crisi. Adesso sabato a San Siro ci sarà la Juventus, per una prova del 9 fondamentale. Sicuramente c’è da migliorare e tra coloro che devono fare progressi risulta esserci Lucas Biglia, non sempre preciso e rapido in fase di costruzione. Servirà rivederlo ai livelli visti con la Lazio nel big match. E in generale servirà un grande Milan.

 

Redazione MilanLive.it