Higuain segna, Kalinic osserva: ecco la differenza tra Juve e Milan

Nikola Kalinic
Nikola Kalinic (©Getty Images)

MILAN NEWS – I titoloni dei quotidiani sportivi odierni sono tutti per lui. Gonzalo Higuain, dopo il solito periodo di assestamento ad inizio stagione, è tornato ad essere decisivo, letale e killer sotto porta, annientando ieri le resistenze del Milan.

Con un ‘Pipita’ così in palla, autore di due gol con due soli tiri in porta concessi dalla difesa rossonera, la Juventus si può anche permettere di giocare meno bene, di essere poco brillante ma vincere sfruttando le uniche giocate del proprio bomber. Il Milan si rammarica perché occasioni importanti le ha avute ed è stata in partita per più di un’ora, sfiorando il pari a fine primo tempo e approcciando il match anche meglio dei rivali juventini.

Ma come scrive Tuttosport, la differenza l’hanno fatta i due centravanti e la loro caratura tecnica: Higuain ha segnato con due rasoiate fenomenali e deciso la partita, il suo collega Nikola Kalinic invece si è dovuto accontentare di una traversa sfortunata ma anche di movimenti in ritardo su alcuni palloni ‘invitanti’ arrivati dalle fasce. Il croato non è risultato all’altezza del suo avversario a distanza, confermando di non essere ancora pronto al salto di qualità e di alternare domeniche letali ad altre prestazioni più sottotono. La voglia c’è, la qualità di base anche, ma la cattiveria e il killer instinct di Higuain non sono di casa per il numero 7 del Milan.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it