Paloschi: “Mi parlano ancora del gol in Milan-Siena”

Alberto Paloschi (©Getty Images)

NEWS MILAN – Cresciuto nelle giovanili del Milan, il suo esordio fu senza dubbio indimenticabile per lui e per tutti i tifosi rossoneri. Stiamo parlando di Alberto Paloschi che, quel 10 febbraio 2008 segnò dopo appena 18 secondi dal suo ingresso in campo.

Partita bloccata, contro un Siena che a San Siro stava provando a strappare un pareggio. Carlo Ancelotti pesca dalla panchina un giovane appena 18enne che decide subito il match con un gran destro al volo su assist di Clarence Seedorf. Oggi Paloschi ha commentato così a La Gazzetta dello Sport: “Mi fermano per strada e mi parlano di quell’episodio. A me fa piacere perché era la realizzazione del mio sogno di bambino”.

Purtroppo la sua carriera non ha vissuto di grandissimi successi, forse anche a causa di alcuni infortuni e di non essere sempre capitato al posto giusto: “Non mi sono mai sentito prigioniero di quei diciotto secondi. Magari qualcuno pensa che chi inizia così debba poi fare tutta la carriera nel grande club, ma ogni calciatore ha il proprio percorso”. 

Nell’intervista gli è stato riferito del paragone con Patrick Cutrone. Il baby bomber rossonero ha stupito tutto questa estate, con un grande avvio di stagione con la maglia del Milan. Questo il pensiero di Paloschi in merito: “Ha la stessa fame di gol che ho io. Mi piace molto, fa bei movimenti. L’unica cosa che gli consiglio è di fare sempre le scelte che nascono nel suo cuore”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it