Milan, a Nyon per il ‘Voluntary Agreement’ e il rischio ‘Settlement’

David Han Li Marco Fassone
David Han Li e Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il futuro dei rossoneri per i prossimi giorni non passerà dal campo, bensì dagli uffici della UEFA di Nyon. Domani infatti Marco Fassone, insieme a David Han Li, incontreranno gli organi europei per presentare il ‘volutary agreement‘.

Giornata dunque decisiva per il futuro societario della dirigenza cinese. Il Milan – ricorda Premium Sport – sarà il primo club a presentare ufficialmente l’accordo volontario. Lo scorso maggio il club rossonero aveva già incontrato l’UEFA, ma aveva chiesto 6 mesi di deroga per presentare un piano maggiormente dettagliato di rientro economico. I due dirigenti sopraelencati presenteranno un piano lungo termine, che dovrebbe portare il raggiungimento della parità di bilancio in 4 esercizi.

Da domani comunque l’organo europeo dovrà studiare le nuove carte presentate dai dirigenti per capire se il club abbia o meno margini di miglioramento finanziario e un progetto solido alle spalle. Fassone e Han Li sono fiduciosi. Nel caso l’UEFA non accettasse il documento del club milanista, dal 2018 dovranno aderire al ‘settlement agreement‘, una sorta di patteggiamento per i conti in rosso che obbligherà a rinunciare ad investimenti, spese di mercato e porterà probabilmente a sanzioni ed a restrizioni della rosa dalla stagione 2018/2019.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it