Giacomo Bonaventura esulta (©Getty Images)

MILAN NEWS – Alla fine la vittoria è tornata a fare una capatina dalle parti di casa Milan. Sofferta, tirata, con un risultato stretto, ma è giusto così. L’importante è che i rossoneri hanno ritrovato i 3 punti in casa che mancavano dal 20 settembre scorso.

Un successo comunque meritato quello del Milan sul Bologna, che ha premiato i cambiamenti tattici e gli accenni di una nuova mentalità apportati da Gennaro Gattuso, che dopo le prime delusioni da allenatore finalmente può sorridere. L’analisi della Gazzetta dello Sport parla di un match tutt’altro che semplice, tra due squadre schierate allo specchio con il 4-3-3, che sembra però essere più funzionale al Milan, concreto e combattivo come non si vedeva da un bel po’ di tempo.

Giacomo Bonaventura è l’ago della bilancia: schierato da mezzala sinistra non ha mai disdegnato inserimenti e giocate decisive. Il gol del vantaggio arriva su una sponda riuscita di Kalinic, mentre il raddoppio definitivo con un colpo di testa in inserimento da bomber puro. Nel mezzo una gara a scacchi che ha visto il Bologna comunque farsi trovare pronto, pareggiare sul doppio asse degli ‘ex’ Destro e Verdi, e rischiare il 2-2 finale con una traversa di Masina. Ma il Milan ha mostrato impronte di guarigione nella tenuta in campo, mai squilibrata, e nel difendere il vantaggio. Grinta, cuore, organizzazione e soprattutto i 3 punti: San Siro per una notte può tornare a sorridere.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it