AC Milan: 5 considerazioni dopo la vittoria sul Crotone

Milan-Crotone
L’abbraccio della squadra a Leonardo Bonucci dopo il gol in Milan-Crotone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Prima partita del 2018, nonché la prima del girone di ritorno della Serie A, vinta 1-0 dal Milan a San Siro contro il Crotone. Il sito ufficiale rossonero ha analizzato in 5 punti la sfida di ieri:

1) PARTITA DA CHIUDERE – Fa parte di una crescita, che è ancora da completare per il Milan, indicare alla squadra di continuo le cose sulle quali migliorare al termine delle partite. Lo ha fatto Rino Gattuso, per il quale la partita da chiudere prima sarebbe stato il giusto risultato dopo le tante occasioni create dalla squadra rossonera contro il Crotone.

2) IL GOL DI BONUCCI – Sono accadute 2 cose negli ultimi giorni nel Milan: la corsa sotto la Curva della squadra dopo il Derby e l’esultanza tipica, alla quale è sempre stato molto affezionato dopo un gol, di Leonardo Bonucci. Sono momenti belli che fanno bene all’autostima, allo spirito e all’anima della squadra. Per riviverne altri, bisogna insistere e continuare a migliorare.

3) IL MERCATO E IL GRUPPO – La line

a sportiva scelta dalla società sul calciomercato Milan di gennaio è un attestato di stima nei confronti del gruppo. Nonostante le tante difficoltà di inizio stagione, il Milan ha deciso di non fare interventi e di continuare a valorizzare e consolidare la rosa esistente. Un segnale di equilibrio e di fiducia, dal quale la squadra deve ripartire nelle migliori condizioni psicologiche dopo la sosta.

4) NON SOLO BONUCCI – Quella contro il Crotone è stata la gara del ritorno ad una parata importante in casa, a San Siro, di fronte ai suoi tifosi, da parte di Gigio Donnarumma. Una situazione importante risolta, anche grazie alla grande prova in Coppa Italia, da vero e proprio fratello maggiore oltre che atleta professionista, da parte di Antonio Donnarumma.

5) LE GIOCATE DI HAKAN – È mancato il gol ad Hakan Calhanoglu, e su questo punto il talento turco prima o poi deve rompere il ghiaccio a San Siro dopo le reti segnate a Verona e Firenze. Resta però la prestazione, l’aver saputo sempre stare nel vivo del gioco, le giocate di qualità. Una volta migliorata la sua intesa con Bonaventura, come si ripropone di fare il tecnico del Milan in allenamento, la speranza è di vederne ulteriormente delle belle.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it