La delusione di Kessié in Milan-Sassuolo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Poteva essere una domenica dalle rifiniture ottimistiche per il Milan, dopo le sconfitte di Roma e Inter, per cercare di riprendere la corsa verso il quarto posto.

Invece i rossoneri frenano ancora, con un 1-1 scialbo contro il Sassuolo di Beppe Iachini che per lunghi tratti torna a mostrare la faccia più veritiera del catenaccio all’italiana. Ma era prevedibile, vista la difficoltà di classifica della squadra emiliana. Una serata che nasce già sotto la stella sbagliata: dopo 1′ Franck Kessié cestina un’occasione clamorosa sotto porta e pochi istanti dopo Alessio Romagnoli chiede il cambio per un pizzico accusato alla coscia dopo il primo scatto.

I ragazzi di Gennaro Gattuso hanno faticato a trovare i pertugi giusti, sbattendo contro la difesa a cinque del Sassuolo. Nel secondo tempo il tecnico ha provato una mossa azzardata per cambiare l’economia del match: fuori un terzino, Abate, dentro una punta come André Silva. Milan sbilanciato con una difesa a tre inedita e Sassuolo cinico grazie alla gemma di Matteo Politano, che infilava Donnarumma con un destro impeccabile. A togliere le castagne dal fuoco c’ha pensato Nikola Kalinic, forse il meno atteso della serata, con un gran gol in girata e altre due occasioni che, se concretizzate, lo avrebbero trasformato da flop fischiato a salvatore della patria.

Ma non è serata, il Milan si deve accontentare del punticino in rimonta e mangiarsi le mani dopo l’occasione sprecata. Ora non solo il quarto posto resta a 8 punti di distacco, ma c’è il rischio che la lanciatissima Fiorentina possa insidiare la sesta piazza attualmente detenuta dalla banda Gattuso.

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it