Nikola kalinic
Nikola Kalinic (©getty images)

MILAN NEWS – Contro il Napoli si è visto un ottimo Milan, organizzato e con personalità. La squadra rossonera è riuscita a contenere il palleggio degli azzurri e a chiudere spazi e linee di passaggio.

Il Diavolo, poi, ha costruito trame di gioco molto interessanti, impostate sempre dalla difesa (portiere compreso). Ma, ancora una volta, è mancata la lucidità giusta per mettere la palla in porta. Nikola Kalinic, schierato a sorpresa da titolare, qualche occasione l’ha avuta: bravi sì i centrali del Napoli a chiudere, ma lui poteva fare qualcosa in più. Nel secondo tempo, però, il croato non si è praticamente mai visto. E infatti Gennaro Gattuso lo ha sostituito con André Silva.

C’è da dire che l’ex Fiorentina, almeno nel primo tempo, si è reso utile alla squadra con il solito lavoro sporco. Ma questo non basta: né alla squadra e né ai tifosi, che lo hanno “accompagnato” fuori dal campo con i soliti fischi. Si pensava che la rete contro il Sassuolo potesse sbloccarlo in questo finale di stagione. Ma ieri la sua prova non è stata del tutto positiva.

Intanto si avvicina la sfida contro il Torino, all’Olimpico, in programma mercoledì sera per il turno infrasettimanale di Serie A. Il Milan, autore di soli due gol nelle ultime quattro partite, deve assolutamente vincere. E nelle prossime ore il dubbio di Gattuso sarà ancora lo stesso: chi schierare in attacco? Il favorito, stando alle indiscrezioni di Sky Sport, al momento è André Silva, entrato ieri in campo con voglia e determinazione (ma ha avuto pochi palloni giocabili). Poche le percentuali in favore di Kalinic; Patrick Cutrone, invece, proverà a convincere l’allenatore in questi giorni.

 

Redazione MilanLive.it