Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

Gennaro Gattuso al termine di Milan-Hellas Verona si è concesso ai microfoni dei giornalisti per commentare prestazione e risultato della sua squadra a San Siro.

Queste le sue prime parole a Sky Sport: «Ho visto una squadra più leggera di testa e con maggiore freschezza mentale e fisica. Vogliamo la Coppa Italia, però sappiamo di dover fare la partita perfetta. Loro hanno qualcosa più di noi, però da giocatore a volte ho vinto pur avendo qualcosa meno. Bisogna prepararla bene, con grande rispetto per loro.  Ce la giocheremo».

Gattuso prosegue la sua analisi: «Nella mia gestione abbiam perso punti importanti con queste squadre. All’inizio non pensavo di poter arrivare a 60 punti, ma comunque potevamo fare di più. Persi troppi punti, la squadra ha dei valori anche se manca qualcosina per competere con quelle davanti. Il gruppo è giovane e può crescereIo nel mio lavoro non mi diverto, tranne quando sono col fischietto in allenamento. Per il resto avverto tensione, stress e responsabilità».

In seguito si parla di Hakan Calhanoglu, che si sta mostrando decisivo sempre di più per il Milan: «E’ un 10 atipico, abbina qualità e quantità. Sa fare entrambe le fasi. E’ un valore aggiunto e ha margini di miglioramento caratteriali e fisico».

Gattuso spiega come ha sostenuto Patrick Cutrone in questo periodo senza gol: «Con il lavoro, con la consapevolezza che ha margini di miglioramento e che serve passione. A volte non è pulito nel gesto tecnico, però può migliorare. Bisogna avere passione e veleno per migliorarsi. In un certo momento si era fermato, pensava solo ai gol sbagliati o al fatto di giocare meno».

 

Matteo Bellan