Juventus Milan
Juventus-Milan (©Getty Images)

Notte da incubo per il Milan, che viene travolto dalla Juventus dopo 50 minuti discreti. Una sconfitta nella finale di Coppa Italia figlia anche di due errori clamorosi di Gianluigi Donnarumma, che dopo il primo vantaggio di Mehdi Benatia spiana la strada al trionfo bianconero.

La Gazzetta dello Sport oggi scrive che le categorie di differenza tra le due squadre si sono viste tutte ieri sera allo stadio Olimpico di Roma. Il primo tempo era stato equilibrato, a dire il vero. Ma quando i rossoneri hanno cercato di attaccare con più continuità, sono stati poi travolti dall’onda juventina. Presi 4 gol in 20 minuti, dall’11’ al 30′ del secondo tempo. Il 4-0 finale è un risultato ingiusto, eccessivo, ma misura il gap a livello di singoli che c’è. Purtroppo pesano i due citati errori di Donnarumma e anche l’autorete di Nikola Kalinic. Va detto che il Milan si è un po’ suicidato da solo, senza nulla togliere alla forza della Juventus.

Per la squadra di Gennaro Gattuso una sconfitta difficile da digerire. Perdere ci sta, ma il passivo è pesante e ora bisogna essere bravi a reagire immediatamente. In campionato ci sono due sfide decisive contro Atalanta (a Bergamo) e Fiorentina (a San Siro) per conquistare la qualificazione diretta alla fase a gironi dell’Europa League, cosa che sarebbe stata garantita vincendo la Coppa Italia. Invece il Milan dovrà sudarsi tutto fino all’ultimo. Rino dovrà essere bravo a pungere nell’orgoglio i suoi ragazzi, per fare in modo di non buttare via una stagione che era stata rimessa in piedi dopo un avvio negativo.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it