Massimiliano Mirabelli
Massimiliano Mirabelli (foto acmilan.com)

CALCIOMERCATO MILAN NEWSMassimiliano Mirabelli in serata è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Il direttore sportivo ha parlato prima dell’evento dedicato al ‘Premio Gentleman’.

Il dirigente del Milan ha innanzitutto commentato la matematica qualificazione del Milan in Europa, anche se domenica si vedrà se il sesto posto verrà mantenuto oppure se si scivolerà al settimo: «Abbiamo raggiunto il primo traguardo che è l’Europa, però dobbiamo difendere il sesto posto. Sognavamo tutti quanti qualcosa di diverso, ma è difficile quando in un anno fai tante cose, quando assembli una squadra. Ci vuole tempo».

Mirabelli in seguito parla di calciomercato Milan estivo, chiarendo quelle che sono le intenzioni della società a livello di campagna acquisti-cessioni: «Vogliamo tenere i big. Il nostro primo obiettivo era aprire un ciclo e mettere basi solide con giocatori forti ma giovani. Siamo lì per migliorare la squadra, non per smantellarla. Siamo il Milan. Stiamo costruendo un Milan importante che si saprà far valere nei prossimi anni».

Successivamente al direttore sportivo rossonero è stato chiesto di Andrea Belotti, attaccante del Torino che molti considerano un obiettivo vero del club di via Aldo Rossi: «Non parliamo di giocatori di altre squadre. Tra l’altro ancora dobbiamo concludere questa nostra corsa, raggiungeremo le 57 gare stagionali. Dobbiamo arrivare sesti e poi abbiamo le idee chiare su cosa dobbiamo fare con Gattuso».

Inevitabile interpellare Mirabelli anche sulla situazione di Gianluigi Donnarumma il cui futuro è incerto dopo le recenti prestazioni e pure considerando che il suo agente Mino Raiola vuole portarlo via da Milanello: «Lui è un patrimonio importante e assoluto del nostro Milan e ci auguriamo che rimanga con noi. Abbiamo sempre detto che valgono 2 regole fondamentali: se un giocatore ci esprime la volontà di non continuare con noi e poi ci vuole un club che soddisfi le esigenze e le casse del Milan. Donnarumma non è venuto da noi a dirci che vuole andare via. Stiamo lavorando per rinforzare questa squadra, non per smantellarla. Pensiamo che Gigio valga veramente tanto. Non abbiamo messo in preventivo l’eventualità di darlo. Aspettiamo e facciamo le cose che dobbiamo fare. E questo vale per Gigio come per tutti gli altri. Vogliamo giocatori che partecipino al nostro progetto aprendo un ciclo importante per i prossimi anni».

 

Redazione MilanLive.it