Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

MILAN NEWS – A fine maggio il Milan attende il responso dell’UEFA riguardo alla questione economica e all’inserimento del club nel regime del settelement agreement.

Appena da Nyon arriverà la conferma di sanzioni e controllo del Fair Play Finanziario, la dirigenza potrà iniziare a programmare la costruzione della rosa per il futuro. Non solo calciomercato in entrata ed in uscita, ma anche rinnovi contrattuali che diventeranno primari per la solidità della rosa di Gennaro Gattuso. Come scrive la Gazzetta dello Sport uno dei primi calciatori a firmare il proprio rinnovo a lungo termine potrebbe essere Alessio Romagnoli, centrale classe ’95 al Milan da ormai tre stagioni.

Il difensore di Anzio vedrà il suo contratto scadere a giugno del 2020, quindi tra soli due anni, e sembra quasi obbligatorio per la società di via Aldo Rossi cercare di blindarlo. L’accordo non dovrebbe tardare ad arrivare, visto che il Milan lo considera uno dei titolari inamovibili della propria squadra e lo stesso Romagnoli ha sempre ammesso di voler restare in rossonero a lungo. Possibile contatto nel mese di giugno, con appuntamento per la firma qualora l’entourage di Romagnoli dovesse dare l’ok definitivo per un prolungamento almeno fino al 2022 e adeguamento a salire del suo ingaggio annuale. Il Milan riparte da un punto fermo come il suo numero 13.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it